Estimi catastali, piovono gli annullamenti

Lecce. Arrivano copiosi gli anamenti dell’Agenzia del Territorio da parte della Commissione Tributaria Provinciale di Lecce sugli estimi catastali

Lecce. Decine gli anamenti sul rilassamento degli estimi catastali a Lecce. Lo conferma lo sportello dei diritti in una nota. “Le migliaia di ricorsi presentati alla Commissione Tributaria Provinciale di Lecce dai contribuenti coinvolti nel famigerato riclassamento degli estimi catastali, operato in via quasi generale dall’Agenzia del Territorio sulla città di Lecce, stanno arrivando agli effetti preventivati”. Stando ai dati presentati sono decine non solo gli anamenti dei provvedimenti che si susseguono udienza dopo udienza, ma come avevamo già comunicato, stanno giungendo altrettanto copiose le condanne al pagamento delle spese di causa quantificate mediamente in euro 350,00 oltre accessori di legge in favore dei procuratori come le sentenze che sono state depositate sui ricorsi predisposti e discussi dall’avvocato Maurizio Villani che per primo evidenziò attraverso lo “Sportello dei Diritti” l’illegittimità della procedura avviando così i primi ricorsi individuali e prestando la propria fattiva collaborazione in quelli collettivi depositati dall’avvocato Francesco D’Agata. Siccome la questione era stata ampiamente dibattuta già prima che fossero notificati i singoli atti di accertamento e gli esiti preannunciati, rileva Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, che la serie di condanne dell’Agenzia del Territorio, sta facendo emergere un danno – si ribadisce preavvertito – alla collettività di enormi proporzioni per il quale i responsabili delle p.a. coinvolte, a partire dall’amministrazione comunale leccese che diede input al procedimento, dovrebbero fare più di una riflessione e trarne le relative conclusioni.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!