Premio Talento Donna a Teresa Ludovico

Bari. Premio dedicato alle bambine e ragazze: “non arrendetevi ,siate forti, consapevoli e solidali. Abbiate cura di voi” commenta Teresa Ludovico

Bari. Il premio Talento Donna 2013 è andato a Teresa Ludovico del Kimset di Bari. Autrice, regista, attrice, nata a Gioia del Colle, ha collaborato con il Teatro Koreja di Lecce in qualità di attrice. E stata assistente alla regia di Marco Martinelli e attrice in alcuni suoi spettacoli. Si è avvicinata al teatro musicale scrivendo e interpretando, Reputi di Medea, “Opera senza canto” del compositore Giovanni Tamborrino. Dal 1993 fa parte del Teatro Kismet Opera di Bari e dal 1998 è regista stabile per cui scrive e dirige spettacoli presentati in festival e teatri in Europa ed Asia. Qualche giorno fa ha ricevuto l’importante riconoscimento che ha dedicato a tutte le bambine e le ragazze, scrive l’attrice: “non ci sono scorciatoie, il bosco bisogna attraversarlo,così come si presenta. Ogni passo una sorpresa, uno smarrimento, un canto, un brivido, un'epifania. I sentieri sono spesso scuri e faticosi, irti di spine , come quelle dei cespugli di more che pungono e fanno sanguinare, a volte un po' , a volte un po' di più . A tratti , però , quando il cammino è giusto, si va spediti, si gioisce, e la luce filtra e illumina la via”. “Abbiate rispetto di voi, del vostro corpo, della vostra intelligenza, della vostra diversità che vi rende uniche e preziose, come ogni cosa in natura. Proteggete la forza della fragilità e non gettate la delicatezza degli sguardi, la dolcezza delle carezze, la tenerezza dei corpi in pasto ai lupi. La storia delle donne è spesso,ancora ,una storia di schiavitù , di strada, di stupri, di violenze, di sottomissione, ma non arrendetevi ,siate forti, consapevoli e solidali. Abbiate cura di voi”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!