Gabellone: ‘A difesa di Baldassarre’

Lecce. L’europarlamentare sarebbe stato esposto ad una gogna mediatica. Il coordinatore provinciale del Pdl esprime vicinanza

LECCE – A difesa di Raffaele Baldassarre, parlamentare europeo del Pdl protagonista di un episodio poco edificante a Bruxelles – ha aggredito fisicamente e verbalmente l’inviato di una trasmissione giornalistica olandese – si muove il coordinamento provinciale del partito. Secondo il coordinatore Antonio Gabellone l’accaduto avrebbe avuto un’eccessiva risonanza sulla stampa e le tv locali che l’avrebbero ingigantito più del dovuto. Gabellone inquadra tale grande “eco”, “nell’atmosfera che da tempo – dice – connota i rapporti fra il mondo del giornalismo e quello della politica”. “Personalmente – aggiunge Gabellone – sono fra quelli che riconoscono alla stampa ogni più ampio diritto di critica e di denuncia di fatti rilevanti, anche, e soprattutto, quando questi riguardino i rappresentanti del popolo in seno alle assemblee legislative di qualsiasi livello. Tuttavia, mi stupisce il fatto che ad una vicenda, obiettivamente incresciosa, si riservino ampi spazi in prima pagina o varie colonne in cronaca”. Continua il coordinatore provinciale del Pdl: “A ben guardare, si è trattato di una reazione esagerata del parlamentare in presenza di un comportamento certamente provocatorio del giornalista. Si sa che l’on. Baldassarre è fra i parlamentari europei più presenti ed attivi e conosco bene, per consuetudine di rapporti, la sua indole notoriamente mite e la civiltà di relazioni che egli riesce a coltivare con gli altri, indipendentemente dal ruolo che ricoprono. Desidero, quindi, esprimergli l’affettuosa vicinanza del PdL salentino e riconfermargli sentimenti di stima e sincera amicizia”. Articolo correlato: Raffaele Baldassarre: eurofiguraccia

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!