Cannabis social club. E’ il giorno della disobbedienza

Racale. Sarà inaugurata alle ore 18.30 oggi a Racale la prima struttura d’Italia per la coltivazione di cannabis a scopo terapeutico

RACALE – Pronti per disobbedire? L’invito è rivolto a tutti. E’ attesa per le ore 18.30 di oggi l’inaugurazione, a Racale, del primo Cannabis social Club d’Italia. Fautori dell’iniziativa sono i membri dell’associazione “LapianTiamo” che hanno pensato ad una struttura per aiutare chi utilizza la canapa per ragioni mediche a coltivarla da sé, evitando di rivolgersi agli ambienti dell’illegalità. In Europa esiste da anni una rete di cannabis social club, riuniti anche in un'associazione, la Encod, ma il Club che nascerà oggi nel Salento si distinguerà degli esistenti in quanto sarà dedicato esclusivamente alla coltivazione a scopo terapeutico. Come abbiamo avuto modo di riferire più volte, i cannabinoidi sono utile ausilio nella cura di gravi malattie come la sclerosi multipla. La Puglia, dal 2010, ne ha autorizzato la somministrazione a carico del Servizio sanitario regionale, senza costi per i pazienti. La “sperimentazione” è partita dall’ospedale di Casarano (Lecce) che l’ha fornito gratuitamente a cinque malati di sclerosi. Una di loro è Lucia Spiri, oggi presidente de “La PianTiamo”, che afferma con forza gli effetti benefici dei farmaci a base di canapa per lenire i dolori che una malattia impietosa come la sclerosi multipla può comportare. L'iniziativa di oggi, è dunque un invito a condividere la “disobbedienza” alla legge Fini-Giovanardi che vieta la coltivazione della canapa, impedendo, di fatto, un’esistenza dignitosa ai tanti malati di patologie gravi come la sclerosi. Alla conferenza stampa di presentazione di oggi, prevista presso le aule comunali, prenderanno parte Donato Metallo, sindaco di Racale, Rita Bernardini del partito dei Radicali, Mina Welby dell'associazione “Luca Coscioni”, Lucia Spiri e Ivana De Leo, presidente e avvocato di “LapianTiamo”, il segretario Andrea Trisciuoglio ed altre personalità del mondo giuridico e medico. Articoli correlati: Nasce a Racale il primo Cannabis social club d'Italia Cannabis terapeutica. Il ‘Ferrari' è il primo ospedale in Puglia

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment