Tennistavolo. Nardò travolge Gallipoli

Nardò. Senza troppe difficoltà i neretini battono per 5 a 0 gli avversari

Di Giorgio Toma NARDO’ – È arrivata la terza vittoria consecutiva per il TennisTavolo Nardò, che non con molte difficoltà chiude la causa TennisTavolo Gallipoli vincendo per 5 a 0. Nella gara valevole per la quinta giornata di campionato di serie D2, girone “E” il Nardò si afferma ancora una volta come protagonista. Dopo il 5 a 0 rimediato ai danni del TT Utopia sport Vernole, il toro vince con lo stesso risultato lo scontro tra le mura amiche contro i gallipolini. Nardò determinato, non lascia speranze al Gallipoli. Mister Manca per l’occasione manda in campo la formazione più giovane con Simone Presicce, Matteo Luci e Giorgio Toma, lasciando in panchina Gregory Toma e l’esperto Flavio Giannuzzi. Il Gallipoli, risponde con una formazione altrettanto giovane con Andrea Schirosi, Gabriele Milauro e Vincenzo Carrozza. Nella prima partita dell’incontro, Giorgio Toma vince con un secco 3 sets a 0 contro lo sfortunato Schirosi, che a può sui tagli con la puntinata del neretino. Nel secondo match, il giovane Luci, va a vincere contro Milauro per 3 sets a 0; l’avversario cerca invano di portarla sul piano del palleggio, ma l’atleta di Nardò è bravo a toppare tutte le palline. Nel match successivo, Presicce non lascia speranze a Carrozza, vincendo per 3 sets a 0. Cambio per il Nardò, esce Giorgio Toma ed entra Gregory Toma, il classe 95’ supera di misura Milauro, vincendo per 3 sets a 1. Nell’ultimo match dell’incontro, Presicce, non dà scampo a Schirosi, e vince per 3 sets a 0. “Stiamo attraversando un periodo molto importante – dichiara Simone Presicce, atleta e capitano del TT Nardò –; la partita di oggi era abbastanza semplice, ma sto vedendo comunque che stiamo migliorando sul piano tecnico e soprattutto su quello mentale, e questo non fa altro che piacere. Ora ci aspettano i tornei regionali dell’8 e 9 dicembre a Carmiano, dove speriamo di portare a casa qualche medaglia”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment