Sportelli Inps, nuovi orari

Lecce. Gli uffici resteranno aperti più a lungo e con servizi per appuntamento

LECCE – Sportelli Inps, si cambia. Orario. Da lunedì 15 ottobre 2012 gli uffici Inps della provincia di Lecce varieranno sperimentalmente i propri orari di apertura al pubblico. Inps amplia l'orario di apertura degli sportelli per offrire assistenza e supporto all'utenza nell'attuale processo di telematizzazione delle domande di servizio. Istituisce inoltre i servizi “a ciclo chiuso” per velocizzare l’erogazione delle informazioni e privilegia il canale “su appuntamento” per una consulenza completa ed esaustiva. La nuova organizzazione sperimentale del servizio di informazione e consulenza prevede i seguenti orari: Agenzia di LECCE: tutti i giorni feriali esclusi il martedì e il sabato: dalle ore 8,30 alle 12,30 (ultimo numero sistema eliminacode ore 12,00) dal lunedì al giovedì, dalle ore 13,30 alle ore 15,30: attività di consulenza su appuntamento (telefonando al numero 803.164) Agenzia di CASARANO: tutti i giorni feriali esclusi il giovedì e il sabato: dalle ore 8,30 alle 12,30 (ultimo numero sistema eliminacode ore 12,00) dal lunedì al giovedì, dalle ore 13,30 alle ore 15,30: attività di consulenza su appuntamento (telefonando al numero 803.164) Agenzie di CAMPI SALENTINA, GALATINA, MAGLIE e NARDÒ: tutti i giorni feriali esclusi il giovedì e il sabato dalle ore 8,30 alle 12,30 (ultimo numero sistema eliminacode ore 12,00) durante lo stesso orario, anche attività di consulenza su appuntamento Agenzie di GALLIPOLI e TRICASE: tutti i giorni feriali esclusi il martedì e il sabato dalle ore 8,30 alle 12,30 (ultimo numero sistema eliminacode ore 12,00) durante lo stesso orario, anche attività di consulenza su appuntamento Da sottolineare che sperimentalmente le fasce orarie antimeridiane del martedì e del giovedì sono state riservate – alternativamente per le varie Agenzie – agli intermediari riconosciuti dalla legge (Enti di Patronato, Consulenti del Lavoro, ecc.).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment