Casarano. Al lavoro 15 disabili

La convenzione ha lo scopo di avviare tirocini formativi per favorire l'inclusione lavorativa di portatori di handicap residenti nell’Ambito sociale

La cooperativa sociale “Mirabilia Dei Abulia” e Ambito Territoriale di Casarano hanno sottoscritto nei giorni scorsi una convenzione per l’inserimento lavorativo di quindici persone con disabilità. La convenzione, attivata sperimentalmente per la durata di un anno, si pone lo scopo di avviare dei tirocini formativi per soggetti disabili residenti nel territorio dell’Ambito sociale (Casarano, Collepasso, Parabita, Matino, Supersano, Ruffano e Taurisano) al fine di favorire l’inclusione lavorativa degli stessi. I quindici tirocinanti saranno selezionati d’intesa con il Servizio Sociale Professionale di Ambito ed il competente Centro per l’Impiego, dalle liste del collocamento obbligatorio. Dopo un periodo di formazione in aula con attività occupazionali, si procederà alla ricerca delle aziende obbligate alla collocazione lavorativa, ai sensi della legge 68/99, secondo una modalità innovativa definita “matching”. Il “matching” consiste nell’invitare l’azienda a dichiarare in quale profilo mansionale vuole occupare la persona svantaggiata ed a sottoscrivere un protocollo, in cui sia previsto, negli ultimi tre mesi del ciclo formativo, lo stage presso l’azienda stessa. Nella prima fase del percorso, la cooperativa valuterà le potenzialità delle persone coinvolte, impegnandole in attività didattiche ed occupazionali, in attività di socializzazione, che favoriscano il mantenimento delle abilità acquisite e il loro rafforzamento, impedendo l’aggravamento dello svantaggio. Successivamente, in base al risultato del “matching”, si individuerà l’abbinamento del soggetto disabile con l’azienda, orientando in tal senso il processo formativo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!