Azienda fantasma: truffati lavoratori a domicilio

Lecce. Realizzavano parure di bigiotteria per un compenso di 85 euro che, però, non arrivava mai

I finanzieri della Compagnia di Lecce hanno scoperto una fantomatica azienda del capoluogo, operante da diversi anni nella produzione di bigiotteria artigianale (collane, bracciali, accessori di abbigliamento), che promettendo facili guadagni adescava e truffava ignari “lavoratori a domicilio”. Per realizzare guadagni agevoli, veniva richiesto a ciascun lavoratore di versare una somma di 79 euro, a titolo di diritti di segreteria e anticipo spese di spedizione, per ricevere a domicilio un kit di montaggio per il confezionamento di una parure composta da collane, bracciali ed accessori vari, per un totale di dieci pezzi. Gli accordi prevedevano che a ogni prodotto finito (parure completa), sarebbe stato corrisposto un compenso di 85 euro. Il confezionamento e la spedizione del prodotto finito avveniva puntualmente, mentre il compenso di 85 euro spettante al lavoratore non arrivava mai. La direzione dell’azienda che poteva essere contattata solo telefonicamente, tratteneva i prodotti già confezionati senza corrispondere alcun compenso al lavoratore, adducendo motivazioni futili (lavoro realizzato in modo impreciso e quindi il prodotto finito invendibile). Al termine delle indagini, le Fiamme Gialle hanno denunciato il responsabile all’Autorità Giudiziaria con l’accusa di truffa ai danni di numerosi cittadini.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati