Nicola Piovani a Casarano per “Pensiamo in prosa”

Appuntamento questa sera, nel teatro “Antonio Filograna”, con il concerto del celebre pianista, compositore e direttore d'orchestra romano

Si avvia a conclusione la rassegna teatrale «Pensiamo in prosa». Dopo il tutto esaurito registrato nell'ultimo appuntamento, con i mattatori Emilio Solfrizzi ed Antonio Stornaiolo, a riecheggiare sul palco del teatro «Antonio Filograna», oggi alle 21, saranno le magiche note di alcuni dei più importanti brani scritti da Nicola Piovani (Oscar nel 1999 per la migliore colonna sonora drammatica con il film La vita è bella). “Concerto in quintetto” è il nome del penultimo spettacolo della stagione teatrale organizzata dall’Amministrazione comunale in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese e con la consulenza artistica di Claudio Pedone. Lo spettacolo è prodotto da Gruppo Ambra e F&P Group. Ad esibirsi dinanzi al pubblico salentino sarà un quintetto d'eccezione composto da Nicola Piovani al pianoforte, Andrea Avena al contrabbasso, Marina Cesari al sax e al clarinetto e Pasquale Filastò al violoncello e alla chitarra. Il quintetto eseguirà, in una inedita versione per piccolo gruppo di solisti, brani composti per il cinema, per il teatro, per concerto, come la Suite De Andrè, La Vita è Bella, la Suite Moretti, Annozero, La voce della Luna. I brani in scaletta sono stati riarrangiati dallo stesso Piovani, in forma intima ed intimistica, dove all'impianto orchestrale si sostituisce un approccio solistico che molto punta sulla cantabilità dei singoli strumenti. La rassegna si concluderà il prossimo 9 aprile con lo spettacolo di Stefano Benni, «Apparizioni». Biglietti – Primo settore € 16,00; Primo settore riduzioni (giovani e studenti fino all’età di anni 25, ultrasessantenni e disabili) € 13,00; – Secondo settore € 13,00; Secondo settore riduzioni (giovani e studenti fino all’età di anni 25,ultrasessantenni e disabili) € 10,00; – Posti non numerati € 8,00. Il botteghino del Teatro «Filograna» sarà aperto a partire dalle ore 19. Porta ore 20.30; sipario ore 21.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!