Scooter contro auto. Due 14enni in ospedale

Uno dei due si riprenderà in 30 giorni; per l’altro i medici stanno tentando il possibile. Si trova in Rianimazione al “Vito Fazzi” di Lecce

Giovani, giovanissimi. Con l’unico desiderio di godersi un sabato sera di divertimento. Un incidente non calcolato, a Mancaversa, marina di Taviano. Il risultato: un 14enne ricoverato in Rianimazione; un altro se la caverà in 30 giorni. La dinamica esatta dello scontro è attualmente in fase di ricostruzione; se ne stanno occupando i carabinieri di Casarano. Pare tuttavia che l’impatto sia avvenuto attorno alle ore 22 sulla Gallipoli-Leuca tra un’auto ed uno scooter. La vettura era guidata da Carmine Reho, studente universitario di Alliste; accanto al guidatore sedeva un 16enne di Taurisano. Alla guida dello scooter, un Aprilia Sr50, vi era un 14enne, che portava un coetaneo, entrambi di Taviano. A causa dell’impatto, che pare sia stato piuttosto violento, i due 14enne sono finiti sull’asfalto; non è chiaro se indossassero il casco. Uno dei due è stato subito condotto presso il “Vito Fazzi” di Lecce dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico per la riduzione dell’ematoma alla testa; il secondo è stato trasportato prima al “Ferrari” di Casarano e poi da lì al “Panico” di Tricase, dove è attualmente ricoverato. Ha riportato un trauma cranico con ferite lacero contuse, e la ferita scomposta di tibia e femore.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!