Un controllore sull'appalto Geotec

Il Comune di Casarano ha incaricato Massimo Primiceri, agente di polizia municipale, di monitorare il rispetto del contratto d’appalto tra Ato Lecce 3 e la Geotec

Dando seguito a quanto annunciato nei giorni scorsi e dopo aver inviato una diffida all’Ato e alla Geotec, l’assessore all’ambiente Attilio De Marco, di concerto con il responsabile dell’Ufficio tecnico, ha individuato nella persona dell’agente di polizia municipale, Massimo Primiceri, la figura deputata al controllo sul rispetto del contratto d’appalto siglato tra Ato Lecce 3 e la Geotec. Intanto, proprio mercoledì scorso, l’assessore De Marco, su delega del sindaco Ivan De Masi, ha avuto un incontro con i membri del Comitato cittadino per la tutela dell’ambiente. “Sono molto soddisfatto – ha dichiarato l’assessore – degli esiti dell’incontro, nel corso del quale ho risposto verbalmente ed in modo puntuale a tutte le osservazioni rivoltemi dal comitato. E sono felice del rapporto di collaborazione che si è instaurato con i rappresentanti del Comitato cittadino per la tutela dell’ambiente”. L’inserimento sul sito istituzionale del Comune di una pagina web dedicata alle tematiche di natura ambientale sarà valutata di concerto con il sindaco e l’assessore alla semplificazione amministrativa Loredana Torsello, che parteciperà all’incontro tra l’assessore De Marco e il Comitato programmato per mercoledì prossimo, allo scopo di dare seguito ad una collaborazione sulla base di incontri periodici. Dell’istituzione, poi, di guardie ecologiche volontarie dovrebbe occuparsi lo stesso Comitato di intesa con l’Amministrazione allo scopo di organizzare e ottimizzare l’operato delle stesse sul territorio. “Sulla segnalazione dei fumi provenienti dalla Zona industriale – ha continuato De Marco -, abbiamo sollecitato l’intervento delle Forze dell’ordine per eseguire i dovuti accertamenti. E’ ovvio che, trattandosi di veri e propri reati ambientali per i quali la normativa di settore prevede pesanti sanzioni, è necessario un accertamento da parte delle Forze dell’ordine al fine di individuare i responsabili e mettere fine al malcostume di bruciare sostanze tossiche nella Zona industriale”. In riferimento all’avvio della raccolta porta a porta, proprio nei giorni scorsi l’assessore ha ricevuto il progetto da parte di Grecolini, geologo della Geotec. “Su questo argomento ho già avuto un primo incontro con i responsabili dell’Ato – ha spiegato De Marco –; stiamo cercando di far partire il porta a porta a breve, ovviamente di concerto con i responsabili dell’Ato Lecce 3. L’avvio di questo servizio però deve tener conto di aspetti giuridici che si stanno vagliando in queste ore”. In ultimo, dalla prossima settimana verranno consegnate le circa 150 compostiere richieste da altrettanti cittadini di Casarano e a tal proposito l’assessore coglie l’occasione per invitare i cittadini che non posseggono ancora i contenitori per la raccolta differenziata, a farne richiesta presso il Comune. “Il rapporto di collaborazione che si è instaurato tra l'Amministrazione ed il Comitato per la tutela dell’ambiente – ha commentato De Masi – è sintomatico dell’attenzione che intendiamo rivolgere verso tutti i cittadini e le loro problematiche. Con la stessa premura stiamo seguendo tutti gli sviluppi relativi all’attuazione del cosiddetto ‘Piano casa’, su cui venerdì scorso abbiamo avuto un confronto con l’assessore regionale Angela Barbanente dal quale è emerso che il termine ultimo per la presentazione dei progetti è stato prorogato. A chi ci accusa di immobilismo – ha concluso – rispondiamo con i fatti”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!