Regata internazionale Brindisi-Corfù 2009

Massimo Valli, direttore centrale BPP, ha partecipato all'evento per supportare questa importante manifestazione internazionale

Questa mattina alle ore 11.00, presso il Circolo della Vela in Via Dardanelli, 2 a Brindisi, si è tenuta la conferenza stampa della Regata Internazionale “Brindisi – Corfu” 2009. Banca Popolare Pugliese da dieci anni sponsor dell’importante evento sportivo, sarà presente con il suo Direttore Centrale, dr. Massimo Valli, il quale siederà al tavolo dei relatori per illustrare le attività di BPP a supporto della regata Internazionale. Alla vigilia della partenza della regata, prevista per le ore 13:00 del 10 giugno, Banca Popolare Pugliese è soddisfatta per aver confermato anche quest’anno, il suo supporto a questa importante manifestazione internazionale. E’ il segno dell’ attenzione verso il territorio e verso le eccellenze che è in grado di esprimere in ogni ambito: dall’economia alla solidarietà, dall’arte allo sport. Banca Popolare Pugliese fiancheggia con entusiasmo da oltre dieci anni la regata Brindisi/ Corfù ed il Circolo della vela di Brindisi che l’organizza , per dare un significativo contributo ed una maggiore visibilità ad un evento entrato ormai nella tradizione superando, per importanza e partecipazione, i confini regionali entro i quali era nato. Della “Brindisi – Corfù” ci piace l’idea della vela come strumento di antichissima tradizione per l'incontro fra i popoli che si affacciano sul Mediterraneo. A questa valenza simbolica, si affianca il valore sportivo della manifestazione che, con oltre cento imbarcazioni pronte a salpare, è oramai considerata la più importante regata d’altura dell’Adriatico, sia per numero di partecipanti che per difficoltà tecniche.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!