Tra Fersino e Casciaro è già scontro elettorale

Francesca Fersino commenta il discorso tenuto da Claudio Casciaro alla convention del PdL di domenica scorsa

Anche se non è ancora cominciata ufficialmente (lo sarà solo da sabato prossimo a mezzogiorno), la campagna elettorale comincia a diventare effervescente. Come era prevedibile, è il confronto a distanza tra Claudio Casciaro (Popolo della Libertà) e Francesca Fersino (coalizione di “civiche” del centro-destra) a tenere momentaneamente banco. La risposta della bancaria al discorso del consigliere provinciale alla convention del PdL di domenica scorsa non si è fatto attendere, sollecitandolo su un argomento che sarà molto trattato nelle prossime settimane: la coerenza politica. “Il dottor Casciaro – si legge nella nota della Fersino – ha spronato la platea a voltare pagina e a modificare il governo della città che in questi ultimi anni è stata dominata da una ‘monarchia comunista’ operante con metodi da Kgb. L’aspetto tragi-comico della faccenda – osserva la candidata – sta proprio nel fatto che, insieme al ‘monarca comunista’, in questa amministrazione uscente c’erano ben quattro assessori e quattro consiglieri della ex Margherita, ora Pd, e che il dottor Casciaro stesso era presidente e consigliere provinciale dello stesso partito e non certo un povero insignificante cittadino senza voce in capitolo. Il suo incarico di consigliere provinciale – incalza l’ex coordinatrice cittadina di Forza Italia – certo non gli avrebbe impedito di chiedere spiegazioni sui tanti atti messi in campo da questa Amministrazione e certo non gli avrebbe impedito di prendere la parola ed esprimere la sua disapprovazione qualora l’avesse provata! Il suo ‘assordante silenzio’ nel corso di tutti questi anni non assume invece il valore di una ‘colpevole omertà’? – si chiede la candidata – La domanda alla quale il dottor Casciaro è chiamato a rispondere in questa campagna elettorale è: se fosse stato candidato sindaco per il Pd come avrebbe definito il precedente governo ed il sindaco uscente? Io penso – conclude la Fersino – che sarebbe diventato ‘governatore democratico ed illuminato artefice della democrazia partecipata’. Cambiare casacca non cancella con un colpo di spugna quanto non si è saputo fare quando il colore della maglia era diverso! I cittadini di Casarano lo sanno e sono sicura che sapranno dimostrarlo il 6 e 7 giugno prossimi”. Com’è noto, si vota anche per il rinnovo del Consiglio Provinciale. Negli ultimi giorni sono state ufficializzate diverse candidature del collegio di Casarano, in particolare nello schieramento di centro-destra. Il consigliere comunale, ex Udc, Francesco Ferrari “scende” con il simbolo Azzurro Popolare; Giuseppe Nuccio, anch’egli ex Udc, con Progetto Provincia, il simbolo del candidato presidente Antonio Gabellone; Patrizia Casciaro con i Popolari Udeur; l’archeologo Alessandro De Marco.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!