Copersalento. Morto per un trauma alla testa

I risultati dell'autopsia

Sarebbe morto per un trauma alla testa ed all'addome Sergio Cariddi, operaio della Copersalento di Maglie. L'unico indagato resta l'amministatore della struttura

Nella giornata in cui è stato proclamato il lutto cittadino è arrivato anche il risultato dell’autopsia. Sergio Cariddi, l’operario 36enne che ha perso la vita venerdì scorso cadendo da un ponteggio all’interno del sansificio Copersalento di Maglie, sarebbe deceduto per un grave trauma cranico e diverse lesioni a livello toracico ed addominale. Il trauma cranico potrebbe dunque fare pensare ad una mancanza di misure di sicurezza sul luogo di lavoro del giovane. Al momento l’unico indagato resta Egidio Merico, amministratore dello stabilimento ed anche lontano parente di Cariddi.

Leave a Comment