Albachiara al liceo Scientifico di Maglie

Partecipe il Campus di Montecatini

L'associazione culturale ed ente di promozione sociale “Terra del Fuoco-Lecce” ha dato inizio in maniera significativa e altamente formativa, al percorso sulla cittadinanza attiva “Albachiara”, che da quest'anno si costruirà all'interno del liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” di Maglie, con la partecipazione al Campus di Montecatini 2007

60 liceali che per tre intensi giorni hanno vissuto l'emozione di stare a contatto non soltanto con i loro coetanei provenienti da tutta Italia, ma anche con amministratori locali, associazioni, e persone impegnate nella difesa dei diritti e nella diffusione di quel magnifico spirito di cittadinanza, da cui tutti dovremmo sentirci animati. I ragazzi sono stati coinvolti nel corso delle giornate in dei gruppi di lavoro, in cui hanno discusso di tematiche diversificate come, il grosso problema dei rifiuti, l'utilizzo moderato e attento delle nuove tecnologie, l'uguaglianza e le pari opportunità, la politica, la pedagogia, l'economia, l'informazione e quant'altro li potesse interessare da vicino. La loro partecipazione è stata seria e sentita, ciò è dimostrato dall'entusiasmo che hanno riversato all'interno dei vari gruppi, pretendendo che la loro voce venisse ascoltata, pretendendo di essere finalmente parte del circuito delle scelte, da cui spesso si sentono esclusi e forzatamente accantonati. Tre giorni abbelliti dalle parole, ma costruiti sugli impegni che ognuno di noi ha deciso di prendere. Siamo tornati con un desiderio ancora più forte di farci portatori di quella responsabilità inalienabile che abbiamo nei confronti della società in cui viviamo; attraverso le azioni quotidiane e il lavoro nella scuola vogliamo ribadire a gran voce la nostra voglia di esserci e partecipare, puntando sull'informazione, sugli sguardi attenti verso la realtà che ci circonda e sugli slanci fantasiosi e crativi delle nostre utopie, che ci aiuteranno a dare forma concreta alle nostre idee. Lavoreremo affinché la scuola diventi un cantiere dei diritti e dei doveri, dove i giovani avranno la possibilità di prendere coscienza del loro status e matureranno la necessità di amarlo e proteggerlo, con la passione che gli è propria. Tanti gli ospiti, tante le testimonianze, che oltre a darci dettagliata descrizione di spaccati poco piacevoli della realtà, ci hanno emozionati, con la loro instancabile volontà di cambiare, e di dare il loro forte contributo:Don Luigi Ciotti, Giancarlo Caselli, e tanti altri, che continuano ad infondere coraggio e a fungere da esempio per noi giovani, che grazie a loro sappiamo di non poter soffrire la solitudine,stato in cui spesso rischiamo di incappare.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!