Voto di scambio: solo due i casi scoperti

Foto col videofonino a Lecce e San Cesario

Una donna leccese e un uomo di San Cesario sono stati denunciati per aver fotografato la propria scheda elettorale all'interno del seggio

Sorpresi dai rispettivi predidenti di seggio per aver fotografato la propria scheda elettorale dopo aver espresso il voto. Una semplice bravata o la prova da esibire al candidato in cambio di qualcosa? Anche se il Ministero dell'Interno è vietato dalla Legge, sarà difficile provare che non si tratta di una semplice bravata. Inquieta invece che siano stati scoperti solo due casi, soprattutto in virtù del “click” del videofonino che non era stato opportunamente “silenziato” da parte dell'imporovvido fotografo.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!