WasteGate, camorra e ndrangheta in Bulgaria

Alcune aziende, indagate per legami con Camorra e Ndrangheta, hanno liberato 9.000 tonnellate di rifiuti sul territorio   Nell’estate del 2018, il governo italiano ha annullato la notifica di un invio di 9.000 tonnellate metriche di rifiuti imballati e diretti a Costanza, in Romania. A causa dell’annullamento, il carico è stato deviato nella città bulgara di Svishtov e da lì verso la città nord – occidentale di Pleven. Gli italiani hanno emesso una nuova notifica e una nave ha trasportato gli stessi rifiuti nella città bulgara del Mar Nero e…

Leggi tutto

Rifiuti nocivi in Romania. Con la sponda della mafia italiana

Un immenso scandalo sanitario e ambientale minaccia il Paese dell’est europeo. Le cementerie rumene sono accusate di riciclaggio di rifiuti provenienti dall’estero. Fonte: https://www.24heures.ch/monde/europe/Les-dechets-sales-finissent-en-Roumanie/story/23081533 Versione italiana a cura della redazione del Tacco d’Italia Con un fatturato di 750 milioni di dollari all’anno (dati del Ministero delle Finanze rumeno), l’industria del cemento prospera in Romania. Di proprietà di gruppi come Lafarge – Holcim, HeidelbergCement o Crh Romania, sette cementifici si dividono la torta. Il sistema, secondo un’indagine, funzionerebbe bruciando rifiuti nocivi senza grandi preoccupazioni per l’ambiente e per le popolazioni locali…

Leggi tutto