Il ruolo delle donne nella mafia italiana

Sempre più figure di primo piano, le donne assicurano la tenuta del potere mafioso e maschile Fonte: https://www.ulyces.co/malaurie-chokouale/les-femmes-ont-elles-pris-le-pouvoir-dans-la-mafia-italienne/ Versione italiana a cura della Redazione del Tacco d’Italia   Con il viso leggermente gonfio e ammanettata, Mariangela Di Trapani scende i gradini, saldamente stretta tra due agenti della Polizia. Il suo sguardo svuotato incontra l’orda di giornalisti che la aspettano. Tutta Palermo la chiama “Patrona” per una semplice ragione: dopo la morte in prigione del padrino dei padrini, Totò Riina, è sospettata di essere stata scelta per riorganizzare le “truppe” del quartiere…

Leggi tutto

Narcos italiani: nuova rotta verso l’Argentina

//SPECIALE PERU’ 3//La mafia invia droga da Lima a Buenos Aires per poi farla giungere in Europa via mare. L’obiettivo degli italiani nel gestire la filiera è di impedire ai trafficanti peruviani di mentire sulla qualità dello stupefacente e sul peso del cloridrato Fonte: https://larepublica.pe/sociedad/2019/06/25/narcos-italianos-abren-nueva-ruta-por-argentina/ Versione italiana a cura della Redazione del Tacco d’Italia LEGGI 1^ E 2^ PUNTATA Un foglio scritto a mano, ritrovato durante un’operazione di polizia in un magazzino in cui una banda di italiani aveva imballato 291 chili di cocaina sui tetti di tre camper, ha…

Leggi tutto

PCC-‘ndrangheta, il sodalizio che inonda l’Europa di cocaina

I recenti arresti di due membri della ‘ndrangheta a San Paolo hanno ulteriormente messo in evidenza la collaborazione criminale internazionale sempre più stretta tra la mafia italiana e il Pcc (Primeiro Comando da Capital) del Brasile, due dei gruppi criminali più potenti del mondo Fonte: https://www.insightcrime.org/news/analysis/pcc-ndrangheta-criminal-alliance-flooding-europe-cocaine/ Versione italiana a cura della Redazione del Tacco d’Italia L’8 luglio, la polizia federale brasiliana ha arrestato Nicola e Patrick Assisi a San Paolo con l’accusa di traffico di droga. Nicola Assisi è presumibilmente il principale contatto della ‘ndrangheta in Sud America e ha…

Leggi tutto

La mafia italiana che inquina Malta e l’economia europea

“La polizia italiana ha imparato a combattere la mafia con tale successo, che la criminalità organizzata si sta trasferendo dall’Italia verso il resto d’Europa, dove le autorità sono meno preparate ad affrontarla”, scrive Patrick J O Brien Fonte: https://timesofmalta.com/articles/view/mafia-infiltration-polluting-malta-and-the-eu-economy.731911 Versione italiana a cura della Redazione del Tacco d’Italia   A livello internazionale, la percezione del pubblico sulle mafie italiane si basa principalmente su stereotipi e cliché. Decenni di film mafiosi come Il Padrino, o serie Tv come The Sopranos, resoconti dei media e immagini come la copertina di Der Spiegel…

Leggi tutto

Prostituzione, un business in appalto ai gruppi nigeriani

Gestita dalla malavita nigeriana, la tratta internazionale di giovani donne africane, a scopo di sfruttamento sessuale, è una realtà tangibile in molte città europee, a testimonianza delle pressioni esercitate dalla presenza delle gang sui nostri territori. E se i clan nigeriani riescono a fare affari anche in Italia, è solo grazie al consenso delle mafie nostrane Fonte: https://www.jeuneafrique.com/654055/societe/en-italie-la-mafia-nigeriane-etend-son-emprise-et-regne-sur-la-prostitution-venue-dafrique-de-louest/ Versione italiana a cura della Redazione del Tacco d’Italia   Joy, la schiava bambina della mafia nigeriana Giunte sulle coste europee attraverso il Mediterraneo con la promessa di un lavoro, le donne,…

Leggi tutto

Mafia nigeriana d’Italia

La criminalità straniera è arrivata nel Paese e ha ulteriormente polarizzato il dibattito sulla migrazione Fonte: https://www.washingtonpost.com, 25 giugno 2019 Versione italiana a cura della Redazione del Tacco d’Italia   In un Paese che ha combattuto per decenni la mafia autoctona, sta acquisendo maggiore forza un gruppo criminale straniero. Si tratta di Nigeriani che controllano fette di territorio da Torino a Palermo. Spacciano droga e trafficano donne, collocandole come prostitute sulle strade. Reclutano nuovi membri tra i migranti ribelli, arruolandoli illegalmente in centri di asilo gestiti dal governo italiano. Investigatori…

Leggi tutto

Le mani della mafia sulle infrastrutture in rovina

In Italia, il boom edilizio degli anni ’60 ha portato al coinvolgimento della criminalità organizzata e all’uso di materiali a basso costo per aumentare i profitti. Nel Paese del Colosseo, degli acquedotti romani e delle chiese millenarie, sembra paradossale che strutture vecchie di 40 anni si stiano sgretolando Fonte: https://www.theguardian.com/world/2018/aug/17/italys-crumbling-infrastructure-under-scrutiny-after-bridge-collapse?CMP=Share_iOSApp_Other Versione italiana a cura della Redazione del Tacco d’Italia   Il crollo del ponte Morandi a Genova, nell’agosto del 2018, ha ucciso decine e decine di persone ed è l’ultimo sintomo dei problemi infrastrutturali che tormentano l’Italia. Più di 2…

Leggi tutto

Da Roma al Perù, la nuova rotta del narcotraffico del clan “The Romans”

//SPECIALE PERU’ 1// “Operaciòn Tirreno”: la mafia del narcotraffico italiano si stabilisce in Perù. Una banda di romani, provenienti dal clan Spada di Ostia – camuffati da imprenditori cileni – si è trasferita oltreoceano per esportare in Europa cocaina di alta qualità senza l’intermediazione dei trafficanti peruviani. Ciò rappresenta un cambiamento significativo nel business della droga   Fonte https://larepublica.pe/sociedad/1483042-mafia-italiana-narcotrafico-instala-peru Versione italiana a cura della redazione del Tacco d’Italia   Tutto è iniziato a Chacalluta, in Cile. Alle due del pomeriggio del 1° marzo 2018, gli agenti della dogana cilena di…

Leggi tutto

Come la mafia è arrivata al nostro cibo

Dai campi fino alle tavole, la criminalità organizzata italiana si è insinuata nell’intera filiera alimentare. Con margini di guadagno che arrivano al 700%, ad esempio, i ricavi dell’olio d’oliva possono essere persino maggiori di quelli della cocaina Fonte https://www.ft.com/content/73de228c-e098-11e8-8e70-5e22a430c1ad Versione italiana a cura della redazione del Tacco d’Italia Giuseppe Antoci era stato avvertito più di una volta. “Finirai con la gola tagliata”, recitava un messaggio composto da lettere ritagliate dalle pagine dei giornali. E a maggio 2016, qualcosa accadde. Antoci, allora presidente del Parco Nazionale dei Nebrodi, un’area protetta nel…

Leggi tutto

Galizia, i corsari della coca

//SPECIALE SPAGNA 2//Hotspot emergente della coca, la Galizia è controllata da quattro clan che gestiscono il traffico dalla Colombia verso l’Europa Fonte: https://elpais.com/elpais/2018/07/02/inenglish/1530521093_187450.html  Versione italiana a cura della Redazione del Tacco d’Italia QUI la 1^ parte   La Galizia continua a essere una delle principali roccaforti della droga in Spagna, con la maggior parte della cocaina che entra nella regione attraverso i motoscafi. “Pochi stupefacenti arrivano qui attraverso i container delle navi. Continuiamo a utilizzare i motoscafi”, afferma il veterano narcotrafficante della Galizia. “Siamo gente di mare. E i Colombiani vogliono…

Leggi tutto