Mafie, Covid-19 e rifiuti tossici in Europa: un affare per miliardi di euro.

Con l’arrivo dell’epidemia di Covid-19 in Europa, il mercato dei traffici illegali di rifiuti è diventato sempre più florido. Negli ultimi mesi, a causa del forte coinvolgimento delle mafie italiane nel settore, si registrano alcune anomalie. La gestione dei rifiuti, in particolare di quelli pericolosi, è pertanto un settore da sorvegliare con attenzione giacché essi hanno anche un enorme impatto negativo sull’ambiente naturale. Gli Stati membri dell’Unione europea investono miliardi di euro, per cui, la gestione dei rifiuti ha offerto immediatamente alle reti criminali mafiose l’opportunità di incrementare le loro…

Leggi tutto

Ripartire dalle parole

Di Barbara Toma E’ successo di nuovo. Ho fatto notare a una persona colta, intelligente e sensibile, che stava, inconsapevolmente, promuovendo un atteggiamento maschilista, e sono finita nel mirino. E’ sempre la solita storia: chi cerca di cambiare le cose passa per pesante, finisce in un turbinio di accuse e viene bollat_ come esagerat_ e inutilmente estremista. Non è certo una novità , da sempre le femministe vengono accusate di essere etremiste e fare di tutta l’erba un fascio, di ‘odiare tutti gli uomini’. Come se femminismo fosse il contrario…

Leggi tutto

La catena pandemica delle domande. Retoriche e non

Perché, chi fa una buona domanda non è lontano dal trovare la risposta   Di Luigi Cazzato    Oggi siamo ufficialmente entrati nella fase 2. Nel frattempo la fase 1 si lascia dietro di sé un cumulo di domande. Se è facile rispondere sul perché la Cina abbia registrato ufficialmente solo 83.000 casi di contagi a fronte di ben 1,4 miliardi di persone, è più difficile rispondere sul perché l’Italia non sia riuscita a fare tesoro dell’esperienza cinese, nonostante l’inaffidabilità dei dati, cominciata almeno due mesi prima (dicembre 2019, primo…

Leggi tutto

Coronavirus e Serie A: nuove proposte per completare il campionato

Sono 3 le soluzioni presentate durante le riunioni della FIGC.  L’emergenza coronavirus non sembra rallentare più di tanto. Quello che doveva essere un blocco temporaneo della nazione si sta trasformando in un vero e proprio tormento per tantissimi settori. Tra questi, è stato pesantemente colpito il mondo del calcio, e tutto ciò gli ruota intorno. Dirigenti, calciatori, giornalisti, presentatori televisivi, arbitri sono tutti a casa in attesa di capire se si potrà riprendere il campionato in tempi ragionevoli. La federazione sta lavorando assiduamente per trovare una soluzione in grado di…

Leggi tutto

Cambiamenti climatici, l’Italia sotto “Giudizio Universale”

/L’INTERVISTA/ La prima causa legale per costringere lo Stato a politiche ecologiste incisive: è partita la campagna “Giudizio Universale – Invertiamo il processo”. L’onda verde che attraversa l’Europa arriva anche in Italia. Rita Cantalino: “Italia particolarmente vulnerabile ai cambiamenti climatici, serve azione corale” di Gabriele Caforio   Portare lo Stato italiano, colpevole dei cambiamenti climatici, in tribunale. É questo l’intento della campagna Giudizio Universale – Invertiamo il processo, lanciata da un gruppo di associazioni e cittadini italiani lo scorso 5 giugno, in occasione della Giornata mondiale dell’ambiente.   Una strada difficile e ambiziosa,…

Leggi tutto

Perù, il clan “The Romans” e quella cocaina sui tetti dei camper

//SPECIALE PERU’ 2//La pista porta a Roma, precisamente a Ostia: il clan viene chiamato “Los romanos” o “The Romans”. Tutto lascia pensare che i narcotrafficanti italiani operino da tempo in Perù per garantire l’esportazione, verso l’Europa, di cocaina purissima   Fonte: https://larepublica.pe/sociedad/1485451-mafia-italiana-camuflaba-cocaina-techos-camionetas-tipo-camper Versione italiana a cura della Redazione del Tacco d’Italia QUI LA PRIMA PUNTATA   È stata la polizia italiana a fornire alla Direzione anti droga peruviana (Dirandro) il nome e il cognome del fornitore che aveva venduto 150 chili di cocaina agli Italiani detenuti in Cile. “Se fate…

Leggi tutto

Barbara Lezzi: un ministero per riscrivere la strada del Sud

di Marilù Mastrogiovanni   “L’Italia del Sud sia meno corrotta” – tuona Junker. Abbiamo l’occasione storica per affrontare i nodi che bloccano l’economia meridionale. E dunque italiana   Alla fine, ha vinto lui: il Presidente della Repubblica. Mai avremmo immaginato che dietro il mite Sergio Mattarella si nascondesse uno scaltro giocatore di poker. Il 28 maggio scorso lo avevamo (rispettosamente ma decisamente) criticato per essere andato oltre le sue prerogative costituzionali.   Un’opinione, la nostra, corroborata da autorevoli costituzionalisti: Valerio Onida, Lorenza Carlassare, Francesco Pallante, oltre a Mortati, Paladin e …

Leggi tutto