Clan Sambito, a Taranto traffico di droga sotto copertura: contatti nel mercato della frutta. Cessioni anche alla troupe del film

DOSSIER/5 Il capo del gruppo, Antonio Sambito, sfruttava la qualifica di coordinatore degli operatori ecologici della municipalizzata Amiu e organizzava forniture e consegne quando raggiungeva il sito Me.Ta. Fornitori dalla Calabria. Prezzo all’ingrosso: da 1.300 euro al chilo per l’hashish a 35mila euro per la cocaina. Ricostruita anche la consegna di fumo chiesta dal regista Rubini.   Di Stefania De Cristofaro   LA CESSIONE DI HASHISH AD ALCUNI COMPONENTI DELLA TROUPE DEL FILM IL TRAFFICO DI SOSTANZE STUPEFACENTI LE INTERCETTAZIONI: “COMBÀ, CON QUESTO PUOI FUMARE 7-8 MESI” IL COSTO DELL’HASHISH:…

Leggi tutto

Narcos italiani: nuova rotta verso l’Argentina

//SPECIALE PERU’ 3//La mafia invia droga da Lima a Buenos Aires per poi farla giungere in Europa via mare. L’obiettivo degli italiani nel gestire la filiera è di impedire ai trafficanti peruviani di mentire sulla qualità dello stupefacente e sul peso del cloridrato Fonte: https://larepublica.pe/sociedad/2019/06/25/narcos-italianos-abren-nueva-ruta-por-argentina/ Versione italiana a cura della Redazione del Tacco d’Italia LEGGI 1^ E 2^ PUNTATA Un foglio scritto a mano, ritrovato durante un’operazione di polizia in un magazzino in cui una banda di italiani aveva imballato 291 chili di cocaina sui tetti di tre camper, ha…

Leggi tutto

Perù, il clan “The Romans” e quella cocaina sui tetti dei camper

//SPECIALE PERU’ 2//La pista porta a Roma, precisamente a Ostia: il clan viene chiamato “Los romanos” o “The Romans”. Tutto lascia pensare che i narcotrafficanti italiani operino da tempo in Perù per garantire l’esportazione, verso l’Europa, di cocaina purissima   Fonte: https://larepublica.pe/sociedad/1485451-mafia-italiana-camuflaba-cocaina-techos-camionetas-tipo-camper Versione italiana a cura della Redazione del Tacco d’Italia QUI LA PRIMA PUNTATA   È stata la polizia italiana a fornire alla Direzione anti droga peruviana (Dirandro) il nome e il cognome del fornitore che aveva venduto 150 chili di cocaina agli Italiani detenuti in Cile. “Se fate…

Leggi tutto

Galizia, i corsari della coca

//SPECIALE SPAGNA 2//Hotspot emergente della coca, la Galizia è controllata da quattro clan che gestiscono il traffico dalla Colombia verso l’Europa Fonte: https://elpais.com/elpais/2018/07/02/inenglish/1530521093_187450.html  Versione italiana a cura della Redazione del Tacco d’Italia QUI la 1^ parte   La Galizia continua a essere una delle principali roccaforti della droga in Spagna, con la maggior parte della cocaina che entra nella regione attraverso i motoscafi. “Pochi stupefacenti arrivano qui attraverso i container delle navi. Continuiamo a utilizzare i motoscafi”, afferma il veterano narcotrafficante della Galizia. “Siamo gente di mare. E i Colombiani vogliono…

Leggi tutto

Porti aperti. Per la coca

Gioia Tauro, Livorno e Genova. Anche i porti italiani nella filiera criminale del traffico internazionale di stupefacenti Fonte: http://en.ce.cn/World/big-news/201901/17/t20190117_31291498.shtml Versione italiana a cura della Redazione del Tacco d’Italia  Gli hub marittimi di Amburgo, Rotterdam, Anversa, Gioia Tauro, Livorno e Genova sono i nuovi avamposto delle mafie per il narcotraffico. In particolare, i porti olandesi e belgi – per volumi di container, dimensioni, e posizione geografica – costituiscono la porta d’accesso di merci che viaggiano verso l’Europa lungo la rotta Atlantica, il terminale di partenza. Indagini condotte in Italia (rapporto Dia del…

Leggi tutto

I re della cocaina

Quando in Italia i giornali scrivono di mafia hanno uno sguardo limitato che spesso riduce la narrazione delle mafie ad aneddotica. È importante invece allargare l’analisi ai collegamenti delle mafie italiane con le loro declinazioni internazionali, e capire fino in fondo i collegamenti e le modalità di cooperazione tra le varie organizzazioni criminali. Le mafie, ci insegnano le indagini degli inquirenti e l’esperienza sul campo, non hanno confini e non hanno muri, al contrario. Inauguriamo perciò la rubrica “Mafia Mondo”, rassegna internazionale di articoli e inchieste pubblicate dai giornali stranieri…

Leggi tutto