Forse esiste un nome per questo calore nel petto

Di Barbara Toma Il tempo passa e gli anni si accumulano in fretta, così come gli incontri, le esperienze, i lavori. Senza nemmeno accorgermene sono arrivata ad avere ex allievi che hanno studiato con me 15, 20, anche 25 anni fa e altri che possono dichiarare di seguirmi già da decenni. Senza nemmeno accorgermene accumulo affetto e insegnamenti. Sono grata ad ogni mi_ singol_ alliev_ per avermi dato la possibilità di accompagnarl_ per un tratto del suo percorso, ognuno mi ha insegnato qualcosa. Ma alcuni sono entrati di diritto nel…

Leggi tutto

Quando dovremmo iniziare a parlare di sesso ai nostri figli?

In questi giorni mi interrogo molto sulla questione dell’educazione sessuale.   Quando dovremmo iniziare a parlare di sesso ai nostri figli? Quando lo chiedono loro? Quando oramai sono grandi e arriva la loro prima relazione? O prima possibile? Il mio primo approccio lo devo ai libri che mio padre lasciava, volutamente incustoditi, in giro per casa, in modo da farmi credere che io li sfogliassi di nascosto da lui. Ne ricordo uno in particolare, un edizione tedesca, in lingua originale, che illustrava con foto, a volte molto esplicite, tutto il…

Leggi tutto

Pezzi de’ core

Io sono una fatalista, ho sempre creduto che le cose, se devono accadere, accadono. Non bisogna insistere troppo quando non è così, perché vuol dire che non è così che doveva essere. Lavorare con la coreografia ti insegna che è bene trovare un giusto equilibrio tra la capacità di difendere con forza le tue idee e la capacità di rinunciare a qualcosa per restare a servizio dello spettacolo. Scartare tutto ciò che non aiuta lo spettacolo, anche una bellissima idea, una sequenza geniale o una scena che ami tanto, è…

Leggi tutto

Mia madre, Marianne Toma

Oggi non è un giorno come un altro; mi sveglio con la consapevolezza di una data che per me è particolare. Talmente particolare, da preannunciare il suo arrivo, iniziando a farmi sentire il suo peso già da qualche giorno prima. Di solito però lo ignoro e vado avanti. Di solito. Oggi, però, è anche il compleanno di Fabrizio, che condivideva con me il peso di questo maledetto giorno, tanto da non aver mai accettato volentieri i miei auguri. Quasi mai. La prima volta che ha preteso i miei auguri è…

Leggi tutto

La mia preghiera laica alla Vita

‘Essere giovane e non essere rivoluzionario è una contraddizione perfino biologica’ – Salvador Allende   Mi capita di incontrare ventenni privi di coscienza politica, estranei alle lotte, disinteressati, concentrati solo ed esclusivamente su sé stessi. Mi capita di incontrare giovani svogliati, arresi allo stato delle cose, già disillusi. Non mi capita molto spesso. Le mie figlie sono ancora piccole, i miei contatti con i ventenni si riducono a quelli con i miei allievi. E chi fa teatro, o danza, raramente corrisponde alla descrizione appena fatta. Ma, ogni volta che mi…

Leggi tutto

Al presente

Memoria collettiva Quest’estate, durante un laboratorio incentrato sul passare del tempo, ho chiesto ai miei allievi di raccontarci un evento che li avesse segnati in particolar modo e che fosse qualcosa di pubblico, parte di una memoria collettiva. Su 22 studenti, almeno 19 hanno parlato dell’attentato alle torri gemelle.   Tutti sanno esattamente dove erano e cosa stavano facendo la mattina di martedì undici settembre 2001.   Memoria personale Io ero a Tuoro sul Trasimeno, la compagnia con la quale lavoravo ai tempi stava allestendo un nuovo spettacolo. Un collega…

Leggi tutto

Servi dei servi

Di Barbara Toma   Ci vuole coraggio per disubbidire. Per sovvertire le regole.   Nonostante tutti i miei infiniti fallimenti sono sempre stata fiera di aver fatto scelte coerenti con il mio sentire e le mie idee politiche, scelte spesso controproducenti, lotte solitarie, pagate sulla mia pelle.   Ma gli anni passano, la forza diminuisce ed è più difficile restare coerenti quando si ha davvero bisogno di ogni offerta di lavoro che si riceve. Ho riflettuto molto su questo ultimamente. Quanto siamo costretti ad accettare per sopravvivere? Fare il mio…

Leggi tutto

Un carico molto prezioso

di Barbara Toma “Aspettiamoci il meglio mentre ci prepariamo al peggio”(Aung San Suu Kyi) Nella danza ogni particolare è importante: un gesto, un piccolo movimento, assumono un significato diverso in scena. È tutto enfatizzato, come se il corpo fosse costantemente osservato sotto una lente di ingrandimento. Un semplice gesto della mano, uno sguardo, un piccolo sussulto del corpo, cose che normalmente potrebbero benissimo passare inosservate, in scena diventano molto importanti. Se sul palco ci sono tanti danzatori e tutti, mentre ballano, guardano in una direzione, mentre uno solo, pur danzando…

Leggi tutto

Leggere tra le righe

Di Barbara Toma Da bambina mio padre mi insegnava a leggere i quotidiani, sfogliare quei grandi paginoni di carta, sporcarmi le mani di inchiostro, scorrere i titoli, sceglierne un paio e approfondire la lettura (lui comprava almeno 3 diversi quotidiani al giorno, diceva che per creare una propria opinione era importante informarsi da diverse fonti, proprio come quando bisogna far luce su un dissidio e, per capire le ragioni di ognuno e trovare una soluzione, bisogna sentire entrambe le versioni dei fatti). Oggi la mia primogenita ha 8 anni. Sarebbe…

Leggi tutto

Il teatro, un Paese a sé

di Barbara Toma Se non dovessi tornare sappiate che non sono mai partito, il mio viaggiare è stato tutto un restare qua, dove non fui mai. G. Caproni Fin da piccola, la mia vita è andata di pari passo con un profondo senso di spaesamento. A casa, a scuola, con gli amici, in Italia o in Olanda, ovunque mi trovassi mi sono sempre sentita fuori luogo. Tanto da farmene una ragione e accettare quella sensazione come parte integrante della vita. Non siamo forse tutti fuori luogo? Anche studiando danza, sebbene…

Leggi tutto