Dalla Bulgaria a Foggia: la mafia delle “brutte facce” che gestisce il caporalato

La mafia bulgara, nucleare, spietata, “adhocratica”. E’ la mafia 4.0. I 16 migranti morti a Foggia mentre tornavano dal lavoro sui campi di pomodori viaggiavano su camioncini rubati di targa bulgara. Ecco come è attiva in Italia e con chi collabora di Marilù Mastrogiovanni   Viaggiavano su furgoncini con targa bulgara i 16 braccianti africani schiavizzati dai caporali nelle campagne del foggiano e morti tra le lamiere. La mafia bulgara ha un ruolo centrale nello sfruttamento dei migranti sui campi. Le relazioni della Direzione nazionale antimafia e della DIA mappano…

Leggi tutto