Fascisti e mafiosi

di Thomas Pistoia Voi mi dovete ascoltare. E mi dovete guardare dritto negli occhi. Stampatevi bene nel cervello quello che vi dico adesso. I mafiosi sono fascisti. I fascisti sono mafiosi. Sono due postulati, c’è poco da discutere. A parte che sono entrambi dediti allo sfruttamento e all’annichilimento del prossimo, a dimostrare questa tesi ci sono anche delle questioni logiche. Quale boss ha votato mai a sinistra? Su, ditemelo. Però non impelaghiamoci neanche in pasticci storici o ideologici. E’ vero, le collusioni con la mafia, statisticamente, si sono avute quasi…

Leggi tutto

Vivere ora

Siamo tornati a correre. Si corre per star dietro alle notizie, ai decreti, ai divieti che si susseguono a ritmo sempre più serrato. E si corre per vivere il più possibile, ma col freno a mano. Una grossa spada di Damocle pende sulla nostra testa e l’agitazione, almeno dentro, si fa sentire. Ora la domenica è il giorno dei decreti. Difficile passare un week-end spensierato aspettando di scoprire cosa accadrà. Si continua a lavorare o ci si ferma (rendendo vani tutti gli sforzi fatti fino ad ora per riuscire a…

Leggi tutto

Lo Stato Italiano non rispetta la sentenza Cedu. Inviate nuove informazioni al comitato dei ministri.

La sentenza del 24 gennaio 2019 della Corte Europea dei Diritti Umani di Strasburgo ha sancito la condanna dello Stato Italiano, in merito al caso Ilva, per aver violato gli articoli 8 e 13 della Convenzione Europea, nel territorio tarantino e in danno dei suoi abitanti. Ad oggi nessuna concreta azione è stata intrapresa dall’Italia per rimuovere le violazioni accertate dalla Corte. Al contrario, i provvedimenti governativi, adottati dopo la sentenza, evidenziano perseveranza nel voler proseguire nel solco dell’illegittimità. Questo è quanto denunciato dalla dott.ssa Daniela Spera e dagli avv.ti…

Leggi tutto

Vorrei ma non posso

Va tutto bene, finché non ti fermano i carabinieri per una stupida trasgressione in auto e, senza dover fingere minimamente, ti ritrovi a piangere, singhiozzando, letteralmente fuori controllo, come una disperata. Perché, benché tu sia determinata nel rifiutare di ammettere l’evidenza e concentrata da mesi solo sulle cose positive e sulla gratitudine per le tue innumerevoli fortune, in effetti, disperata oramai lo sei veramente. Che i pochi risparmi sono finiti da un pezzo, sei stata ferma mesi, hai lavorato tutta l’estate per riprenderti dalle perdite subite, ma hai dovuto devolvere…

Leggi tutto

Lasciatemi sognare

Sono figlia di due grandi sognatori, ad occhi aperti però, che per loro dormire era quasi un peccato mortale, un’ingiustificata e stupida perdita di tempo. Che ‘chi dorme non piglia pesci’ e ‘a dormire ci penseremo dopo, con il sonno eterno’. Non so se per via dell’educazione ricevuta o per mia inclinazione naturale, ma alla fine anch’io non ho mai dedicato molto tempo al riposo. E questo ai miei occhi è sempre stato un pregio, ma con un risvolto negativo: non sogno. O almeno, non ricordo nulla. Io, quando dormo,…

Leggi tutto

Le metamorfosi continue sono la forza delle nuove mafie

Di Lucia De Sanctis Vincenzo Musacchio, giurista, professore di diritto penale. Associato al Rutgers Institute on Anti-Corruption Studies (RIACS) di Newark (USA). Ricercatore dell’Alta Scuola di Studi Strategici sulla Criminalità Organizzata del Royal United Services Institute di Londra. Discepolo di Giuliano Vassalli e allievo ed amico di Antonino Caponnetto. Vincenzo Musacchio è uno dei principali testimoni della lotta alla criminalità organizzata (allievo e amico di Antonino Caponnetto, presidente della Scuola di Legalità in memoria di don Peppe Diana, docente universitario), in lui si uniscono i ricordi delle persone cui dobbiamo…

Leggi tutto

Incubi, sogni, coraggio

I provini online per entrare in accademia e studiare teatro: la voce di una giovane ragazza che recita un monologo risuona in tutta mia la casa, sento la sua energia, il suo accento del sud e tutta la sua eccitazione, quella di una giovane piena di speranze, è un’energia particolare, che conosco bene e che adoro profondamente. La ascolto e la osservo con rispetto, il rispetto dovuto per chi si mette i gioco per inseguire un sogno. Anche se, purtroppo, a volte sono costretta a prendermi una pausa per urlare…

Leggi tutto

Pandemia e politica economica: come capirci

Cari lettori, specie quelli di Bari della mia gioventù,  l’illustre amico Luigi Cazzato mi offre la possibilità di pubblicare uno stralcio, da lui edito e tradotto dall’inglese, di un mio saggio che esce negli USA. Lo ringrazio!   Di Darko Suvin (Professore Emerito McGill University di Montreal)   Questo del Covid 19, un fenomeno non solo virologico ma in buona parte sociopolitico che chiamo “coronizzazione”, può essere un buon momento per una riflessione sulle clamorose discriminazioni nel sistema capitalista nei confronti dell’enorme massa composta dai poveri, dalle donne, dalle “persone…

Leggi tutto

Taranto, nastri trasportatori, arriva la proroga del Ministero Ambiente, contro il “no” di Arpa Puglia

L’Arpa Puglia esprime parere negativo alla proroga, ma il Ministero dell’Ambiente concede ennesimo slittamento ad ArcelorMittal sull’attuazione della prescrizione AIA n.6 relativa alla chiusura dei nastri trasportatori dello stabilimento ex Ilva. ALL’INTERNO DOCUMENTO ESCLUSIVO. Di Daniela Spera TARANTO. La nuova proroga era nell’aria. É arrivata con determinazione DM212 del 29/09/2020 a firma del Ministero dell’Ambiente. A nulla è servito l’invito del sindaco Rinaldo Melucci a non concedere ulteriori rinvii. Anche Arpa Puglia aveva espresso parere sfavorevole a ogni ulteriore differimento dei termini del più recente cronoprogramma stabilito. La richiesta di…

Leggi tutto

Fondi europei nel caos e il miraggio della decarbonizzazione dell’ex Ilva

Tempi stringenti per l’elaborazione del Governo del piano nazionale del Recovery Plan che partirà insieme al progetto di decarbonizzazione dell’ex Ilva. Ma l’Italia è ancora inadempiente sul fronte del rispetto dei Diritti Umani. Di Daniela Spera Sono previsti circa 208 miliardi di euro per l’Italia, la quota più cospicua dei 560 miliardi di euro destinati agli Stati membri dal Recovery Fund, per la realizzazione di investimenti e riforme per una ripresa economica sostenibile. Il nostro Paese deve però dotarsi di un dettagliato piano nazionale, per il periodo 2021-2023, che spieghi…

Leggi tutto