Dea ossigeno, tubo rotto, riparato da ditta senza contratto

Come anticipato dal Tacco, oggi sono in corso i lavori per la riparazione del tubo rotto. Ma la ditta chiamata per fare la manutenzione non ha il contratto di subappalto perché è scaduto a dicembre. Da 5 mesi la manutenzione sugli impianti dell’ossigeno e dei gas medicali del Vito Fazzi e del DEA è illegale di Marilù Mastrogiovanni Continua la saga dell’illegalità del DEA di Lecce. E’ peggio di una catena di Sant’Antonio: illegalità chiama illegalità. All’illegalità si cerca di ripararare con altre azioni fuori dalle norme. Stamane sono iniziati…

Leggi tutto

DEA ossigeno, tubo gas medicali rotto: la prova video e audio

ossigeno tubo rotto DEA

Prevista per domani la sostituzione del tubo rotto, come anticipato ieri dal Tacco. Il reparto di Rianimazione del DEA è vuoto: Rianimazione è stata ritrasferita al Fazzi. Questo perché per la sostituzione del tubo è necessario bloccare l’erogazione dei gas usati per intubare i pazienti di Marilù Mastrogiovanni Il tubo che porta i gas medicali (ossigeno e azoto che, mescolati, generano “aria sintetica”) dal Vito Fazzi al DEA è rotto. Lo scriviamo da un mese e finalmente potete sentirlo con le vostre orecchie. Il forte rumore che sentite in sottofondo…

Leggi tutto

DEA vuoto, tubo ossigeno rotto: tutti i pazienti dimessi

DEA Lecce

Clamoroso. Avevamo anticipato che sarebbe successo. Ecco come muore il bene comune per il bene di pochi di Marilù Mastrogiovanni Clamoroso. Svuotare un intero ospedale, interrompere il servizio pubblico, perché un tubo abusivo, realizzato senza progetto approvato, non collaudato dai vigili del fuoco, realizzato per agevolare una ditta piuttosto che un’altra, s’è rotto e non si può riparare se non bloccando tutto. Da stamane alle 9 l’ospedale Covid19 di Lecce, il cosiddetto DEA, non ha più pazienti (precisazione delle 0re 17 dell’11 maggio: tranne 20 in Pneumologia e 20 in…

Leggi tutto

DEA ossigeno, nuovo sequestro della Guardia di finanza

Gdf

Acquisiti i fascicoli sulla realizzazione del tubo improvvisato e sulla rottura dell’impianto di Redazione Nuovi sequestri di documenti da parte della Guardia di Finanza presso la direzione generale della Asl di Lecce. All’indomani della pubblicazione dell’ultima puntata dell’inchiesta a firma della direttrice Marilù Mastrogiovanni, dal titolo “DEA Ossigeno: il danno e la beffa”, le fiamme gialle stamane si sono recate presso la direzione generale della Asl e presso gli uffici del DEA per integrare la documentazione già acquisita nelle scorse settimane. Attraverso un’accurata ricostruzione dei fatti e citando le fonti…

Leggi tutto

Colpo di scienza: “Non è Moscara l’attentatore di Afendi”

macchina di Antonio Afendi

Il colpo di scena arriva dalla scienza. La perizia sul cellulare di Moscara e sul video delle telecamere di sorveglianza, dell’ingegnera Luigina Quarta esclude che sia stato Moscara a sparare all’ “erede” del clan della scu di Augustino Potenza di Marilù Mastrogiovanni Il colpo di scena arriva dalla scienza. Depositate due perizie di parte nel procedimento che vede imputato Giuseppe Moscara, accusato del tentato omicidio di Antonio Afendi, “erede” degli affari del clan della sacra corona unita retto da Augustino Potenza, ucciso a colpi di kalashnikov il 26 ottobre del…

Leggi tutto

DEA ossigeno, il danno e la beffa

INCHIESTA. Il tubo per la fornitura dei gas medicali, rotto, non si può riparare senza interrompere l’erogazione dell’ossigeno. La Asl lo sa dal 9 aprile, ma non fa nulla. La ditta che aveva realizzato l’impianto originario, Rivoira Pharma srl del gruppo Nippon Gases, scrive alla Asl di Lecce una dettagliata relazione. A rischio “la portata e la caduta di pressione” dei gas medicali di Marilù Mastrogiovanni Il tubo per la fornitura di gas medicali al DEA di Lecce, ospedale Covid 19, non si potrò riparare senza interrompere l’erogazione dell’ossigeno e…

Leggi tutto

Mafia, come riconoscerla? Lo spiega la Cassazione

Mafia

DOSSIER. La pronuncia sul clan Fasciani di Ostia, destinata a fare giurisprudenza in tema di associazioni per delinquere: “Il metodo determina la mafiosità”. Esaminato il caso delle cosiddette mafie non tradizionali e senza nomi. Il parere di Antonio De Donno, procuratore capo di Brindisi e dei penalisti Massari e Talò Di Stefania De Cristofaro Ci sono mafie che non hanno un nome e neppure una storia alle spalle. Sfuggono alle denominazioni “note” e tradizionali di ‘cosa nostra’, ‘camorra’, ‘ndrangheta’ e ‘sacra corona unita’, ma sono di fatto associazioni per delinquere di stampo…

Leggi tutto

DEA, ossigeno: bliz della guardia di Finanza

Un sequestro lungo quasi 12 ore per prendere la documentazione sul tubo non autorizzato di Marilù Mastrogiovanni LECCE. La Guardia di Finanza oggi ha acquisito i documenti relativi alla realizzazione della “bretella” improvvisata per portare l’ossigeno e l’aria sintetica dal Fazzi al Dea. Le Fiamme gialle hanno sequestrato numerosi fascicoli presso gli uffici della direzione generale della Asl di Lecce, presso gli Uffici dell’Area patrimonio e presso gli Uffici dell’Area tecnica. Hanno chiesto tutta la documentazione citata dal Tacco d’Italia, documentazione in nostro possesso e utilizzata per scrivere l’inchiesta a…

Leggi tutto

Dopo la denuncia del Tacco, arrivano i flussometri al DEA

Air Liquide, la ditta a cui è stata concessa la proroga ex post per la fornitura di ossigeno e aria sintetica, con un mese di ritardo ha rifornito il DEA di quando dovuto, da contratto. La Asl compra flussometri anche da altre ditte di Marilù Mastrogiovanni Arrivano i flussometri al Dea, con un mese di ritardo. La fornitura arriva da Air Liquide, la ditta beneficiaria della proroga del contratto scaduto il 31 dicembre scorso. Come denunciato dal Tacco d’Italia, Anna Rita Dell’Anna, direttrice amministrativa dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce, nelle…

Leggi tutto

Dea ossigeno, la Asl corre (maldestramente) ai ripari

Nei giorni scorsi abbiamo denunciato il cedimento della copertura dei lavori di interramento dei tubi che portano l’ossigeno e l’aria sintetica dal Fazzi al DEA. La Asl corre ai ripari: tappa il buco senza controllare la tubazione sottostante di Marilù Mastrogiovanni Quando si dice: la toppa è peggiore dello strappo. La Asl corre ai ripari per ripristinare il manto stradale ceduto sotto il peso dei mezzi pesanti. Lo fa con il bitume, rattoppando il buco. Dalle foto che pubblichiamo, si vede anche una piastra di metallo messa a protezione dell’impianto…

Leggi tutto