Accesso civico

Lo sapevate che chiunque ha il diritto di accedere ai dati in possesso della Pubblica amministrazione senza dover più dimostrare di avere un interesse diretto? Questo nuovo diritto (ai sensi del Dlgs n.97del 2016, di modifica del Dlgs n.33 del 2013) si chiama “Accesso civico generalizzato”.
Questo significa che in linea teorica gli armadi della Pubblica amministrazione dovrebbero essere immediatamente aperti, sotto la spinta dei cittadini.
In realtà non sta accadendo.
Per questo, abbiamo deciso di pubblicare in questa sezione i documenti utili ad approfondire la conoscenza di fatti che hanno ricadute sulla vita di tutti. Cittadini informati, cittadini liberi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno.In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!