Taranto, bimbo morto di tumore al cervello: a processo sei ex dirigenti Ilva

È iniziato il 5 febbraio scorso il processo che vede al banco degli imputati sei ex dirigenti Ilva, accusati a vario titolo di omicidio colposo per la morte del piccolo Lorenzo Zaratta. Dopo alcuni rinvii, ieri è stato ascoltato il padre del bimbo morto di tumore al cervello nel 2014 di Daniela Spera L’inizio del processo era previsto per il 2 ottobre 2023 presso il Tribunale di Taranto. Dopo due rinvii, al 4 dicembre 2023 per omessa notifica ad un imputato e poi al 5 febbraio 2024, è partito di…

Leggi tutto

Taranto, spiaggia d’amianto: bonifica finanziata e mai fatta

I Lavori di bonifica per 183mila euro si sarebbero dovuti concludere nel 2022, in base all’accordo di programma sottoscritto dal Ministero della Transizione Ecologica, Regione Puglia, Commissario Straordinario per la bonifica e Comune di Statte. Tutto tace. E nel comunicato stampa del Comune scompare la parola “amianto” di Daniela Spera Risale al 5 agosto 2021 la delibera con cui il Comune di Taranto decideva di sottoscrivere l’Accordo di programma per la messa in sicurezza e la bonifica delle aree comprese nel SIN (Sito di Interesse Nazionale) di Taranto. L’Accordo, sottoscritto…

Leggi tutto

Taranto, microplastiche nei mari: la bonifica è ‘bio’ con vermi, alghe e cozze

In uno studio di UniSalento i risultati della ricerca sui “biorisanatori” capaci di ripulire i mari dagli inquinanti. Gli esperimenti nel Mar Grande di Taranto di Daniela Spera Le microplastiche sono una seria minaccia per l’ambiente marino. Incidono sul funzionamento degli ecosistemi, sulla biodiversità e sulla catena alimentare. Poco si sa sulle possibili strategie per arginare la loro diffusione. Il biorisanamento sta oggi prendendo piede. Per questo motivo un gruppo di ricercatori dell’Università del Salento ha studiato le capacità di organismi potenziali ‘biorisanatori’ di ‘ripulire’ il mare da questi contaminanti.…

Leggi tutto

Narin Camp. “Il prezzo da pagare. Sostenibilità ambientale vs economica”

Il Narin Camp è giunto all’ottava edizione. L’evento, organizzato dall’associazione culturale “TdF Mediterranea“ (Terra del Fuoco Mediterranea) si pone come obiettivo la formazione e l’informazione di giovani provenienti da tutta Italia, sui temi di interesse sociale, politico, culturale e ambientale di Daniela Spera Quest’anno si svolgerà dall’ 1 al 6 agosto e, al suo esordio, nella sessione dedicata all’informazione consapevole, presso l’ex Convitto Palmieri di Lecce, l’associazione ha aperto un primo grande dibattito sui temi dei cambiamenti climatici e della sostenibilità ambientale. Lo ha fatto tramite gli interventi di Cristina…

Leggi tutto

Giro del mondo a vela senza scalo: partirà da Taranto

Partirà dal porto di Taranto l’avventura che unisce la sfida umana di due velisti appassionati con l’esigenza di tutelare gli oceani, in stato di difficoltà di Daniela Spera L’uomo sembra ignorare la sostenibilità degli oceani. E questo è grave dal momento che l’acqua contribuisce all’esistenza del nostro pianeta. Con questo spirito, l’Università del Salento ha scelto di sostenere il progetto dei velisti Carmine e Vincenzo Vetrugno che, sul catamarano “Double Trouble” di 14,84 metri, progettato da Giorgio Bergamini e varato nel 1985, viaggeranno dal Salento attorno al mondo, senza scalo,…

Leggi tutto

Taranto, bimbo morto di tumore al cervello, parte il processo: una “pistola fumante” che giustifica una condanna

E’ stato disposto il rinvio a giudizio per sei ex dirigenti Ilva, accusati a vario titolo di omicidio colposo per la morte del piccolo Lorenzo Zaratta. Il 2 ottobre si terrà l’udienza presso il Tribunale di Taranto di Daniela Spera Luigi Capogrosso, direttore dello stabilimento Ilva fino al 3 luglio 2012 e gli ex responsabili dell’Area Parchi Minerali Giancarlo Quaranta e Marco Andelmi, il responsabile dell’Area Agglomerato Angelo Cavallo, il capo dell’Area Cokerie Ivan Di Maggio, il responsabile dell’Area Altiforni Salvatore De Felice, i capi delle due Acciaierie Salvatore D’Alò…

Leggi tutto

Ex Ilva, in aumento i livelli di benzene. Scatta l’ordinanza del Sindaco di Taranto

di Daniela Spera Il Sindaco di Taranto, con un’ordinanza contingibile e urgente, ha ordinato ad Acciaierie d’Italia e a Ilva in amministrazione straordinaria di eliminare il rischio sanitario derivante dall’aumento dei livelli di benzene nell’aria. A partire da ieri (22 maggio) le due Società hanno 30 giorni di tempo per individuare ed eliminare la causa responsabile della tendenza in aumento dei valori dell’inquinante e, nel caso di mancata soluzione, dovranno procedere, entro 60 giorni, alla fermata delle attività degli altoforni e delle cokerie L’ordinanza si fonda sul principio di precauzione,…

Leggi tutto

Taranto, aumento benzene nell’aria: Ex Ilva al Tar contro Arpa

Di Daniela Spera Il 13 marzo scorso Acciaierie d’Italia (AdI) ha depositato un ricorso, presso il TAR Lazio, contro ARPA Puglia, Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (MASE), Asl Taranto e ISPRA. Gli aumenti dei valori di benzene, registrati da Arpa Puglia, e resi noti di recente, hanno innescato una serie di provvedimenti amministrativi che i vertici dello stabilimento siderurgico hanno contestato e respinto al mittente LE RICHIESTE DI ACCIAIERIE D’ITALIA L’annullamento della nota del 5 gennaio 2023 di ARPA Puglia: “Richiesta di interventi finalizzati alla riduzione delle emissioni di…

Leggi tutto

Taranto, Marechiaro: la spiaggia d’amianto. Uno studio lo dimostra

In molte località costiere sono stati sversati, in maniera incontrollata, materiali pericolosi. Un recente studio di rilevanza internazionale, condotto da un gruppo di ricerca dell’Università di Bari, ha messo in luce la presenza di enormi quantità di cemento-amianto e rifiuti di ogni genere anche nel tarantino. A Marechiaro, in località San Vito, la costa ha cambiato per sempre il suo volto a causa dei continui scarichi illeciti in mare. In attesa della bonifica, l’area è sotto sequestro. Di Daniela Spera Come nelle attività di smaltimento dei rifiuti, le pratiche illecite…

Leggi tutto

Taranto, tutti i “sentieri” dell’inquinamento

Presentato il sesto rapporto dello studio epidemiologico nazionale dei territori e degli insediamenti esposti a rischio inquinamento. Ecco di cosa si muore a Taranto e Statte di Daniela Spera Tra il 2013 e il 2017, nel totale dei 46 siti nazionali monitorati dalla sorveglianza epidemiologica in zone contaminate, si è stimato un rischio di mortalità maggiore del 2%, pari a circa 1.668 decessi l’anno. La percentuale dei decessi in eccesso rispetto al totale risulta costante nel tempo. Nel sito di Taranto e Statte aumenta la mortalità per malattie respiratorie croniche.…

Leggi tutto