Taranto, “Ambiente svenduto”: le motivazioni della sentenza

Erano attese da 18 mesi le motivazioni della sentenza del processo ‘Ambiente svenduto’ del 31 maggio 2021 che ha portato alla condanna in primo grado di 26 imputati tra dirigenti dell’ex Ilva, funzionari della pubblica amministrazione ed esponenti politici. Tutti, a vario titolo, colpevoli di aver provocato disastro ambientale, avvelenamento di sostanze alimentari e di aver esposto lavoratori e abitanti ai fumi tossici e mortali emessi dallo stabilimento siderurgico. di Daniela Spera ‘Il delitto di disastro non è un reato di danno ma un reato di pericolo (…) con la…

Leggi tutto