Amazzoni salentine crescono

Riceviamo in redazione la lettera di Cristina Rugge che volentieri pubblichiamo

La Puglia non compariva come squadra in un concorso di Completo da più di 20 anni. Un progetto concreto, coltivato negli ultimi tre anni dal nostro istruttore ANTONIO ROSATO, pluricampione nazionale di Cross Country Fitetrec-Ante, che vent’anni fa in quei concorsi nazionali FISE da ragazzino ci partecipava come componente della squadra Puglia.

Sono circa tre anni che nel nostro centro l’Asd L’ILATRO in agro di Cavallino (Le) A. Rosato prepara i suoi allievi per i concorsi di Completo.

Per i non addetti ai lavori il Concorso Completo di Equitazione (noto anche come concorso completo) è una disciplina sportiva olimpica, che prevede il superamento di tre prove: una ripresa di dressage, una prova di salto ostacoli ed una prova di cross-country, ognuna delle quali richiede specifiche abilità del binomio cavallo/cavaliere, che evidenziano sia il grado di addestramento, che le doti fisiche e mentali dei binomi. L’evento nazionale di lustro per questa disciplina è proprio la Coppa delle Regioni dove i team scelti da ogni regione, si sfidano e competono per la conquista dell’ambito titolo.

E’ proprio nel magnifico scenario dell’Ippodromo di Tor di Quinto a Roma dal 15 al 17 Ottobre scorso si è scritto un capitolo che rimarrà nella storia del completo pugliese. Dopo vent’anni la Puglia scende in campo e lo fa con tre giovanissimi binomi: Sofia Fiore, 15 anni, con M.Eco, Francesca Spedicato, 16 anni, con MHS Secret Garden e Ludovica Lisi, 15 anni, con Troll di Santa Marta.

Le tre amazzoni alla prima loro grande sfida in una location, generalmente galoppata dai grandi nomi nazionali e internazionali, hanno sfoderato tutta la loro tenacia, coraggio e tecnica per valorizzare il lavoro svolto a casa ed andarsi a piazzare sul podio della prima e seconda Categoria previste dalla disciplina.

Per tutte e tre è stato un susseguirsi di emozioni nelle giornate di gara, andando a scalare la vetta giorno per giorno, in particolare:

  • Sofia Fiore ed M.Eco, 2º posto in Categoria 2 A ed 11º su 40 nella classifica individuale nazionale:
  • Francesca Spedicato e MHS Secret Garden, 4º posto in Categoria 2 A:
  • Ludovica Lisi e Troll di Santa Marta, 2º posto in Categoria 1°.

I risultati conteggiati in ottica di squadra sono valsi, come detto, il 5º posto nella Categoria a Squadre, andando a surclassare Regioni come Toscana ed Emilia Romagna che per la loro storia vantavano un numero maggiore di binomi anche con maggiore esperienza e grado.

Un’impresa che ha puntato l’attenzione dei vertici nazionali FISE su queste giovanissime amazzoni e sulla stessa Regione. Lo stesso tecnico olimpionico Roberto Rotatori che da diverso tempo segue le tre ragazze si è complimentato con il nostro istruttore Antonio Rosato per il lavoro volto.

Le ragazze, senza aver potuto neanche disfare le valigie e ingrassare e lucidare le attrezzature, già si preparano a partire dal 29 al 31 ottobre per la storica manifestazione FISE “Saggio delle Scuole” e del “Campionato delle Scuole” presso l’Arezzo Equestrian Centre, dove la nostra associazione porterà un asso nella manica, la più giovane delle sue agoniste Elèna Perlini con RS Emiliana, Elèna amazzone di appena 12 anni gareggerà assieme alle sue compagne di squadra per l’ambizioso titolo.

La storica manifestazione federale che vanta la prima edizione nel 1947 sarà dedicata alla formazione del settore giovanile degli sport equestri e sono previste 30 squadre per il Saggio e 18 squadre per il Campionato per un totale, comprese le categorie aggiunte, di 250/300 binomi. Finalmente grazie alla passione dell’istruttore Antonio Rosato e di quattro grintose amazzoni la Puglia farà parte di quelle squadre.

Cordiali saluti.

Cristina Rugge (Asd L’Ilatro)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment