“Ho speso 30mila euro e mi sono comprato il giudice”: in carcere gip e avvocato

DOSSIER. Il magistrato Giuseppe De Benedictis è accusato di corruzione in atti giudiziari con aggravante mafiosa per aver ricevuto denaro allo scopo di concedere i domiciliari ai clienti del penalista Giancarlo Chiariello, tra i quali c’erano indagati per mafia. Intercettazioni audio e video nella stanza del tribunale, somme da 4mila a 30mila euro. Il denaro nelle prese elettriche dell’abitazione. Accuse già mosse nel 2012 dal collaboratore di giustizia Matteo Tulimiero e riferite a febbraio 2020 da Domenico Milella. Il magistrato ha ammesso gli addebiti. Il difensore: “E’ uscito da un…

Leggi tutto

Diario Africano/3

di Marilù Mastrogiovanni Lei è Gwen Lister, è una giornalista namibiana, nata in Sud Africa. Non l’avreste mai detto vero? Già, c’è una lunga storia di colonialismo europeo da studiare nelle scuole. E’ nata e vissuta quando l’apartheid era pane amaro quotidiano e si è impegnata tutta la vita per combatterlo. Nel 1978 ha fondato il settimanale Windhoek Observer e per la sua indipendenza di pensiero e le critiche contro il governo nazionale che applicava in Namibia le pratiche segregazioniste del South Africa, è stata arrestata, messa in prigione e…

Leggi tutto