Respiro

di Barbara Toma   Quanti di noi pensano di vivere solo perché respirano? Per anni sono stata una campionessa di sopravvivenza. Respiravo, continuavo a respirare, e questo era tutto. Respirare Pratica che ci accomuna tutti, azione che segna l’inizio e la fine di ogni vita. Di vitale importanza eppure apparentemente così semplice. ‘E’ facile come respirare’ si dice, già. Respiriamo circa 23 volte più aria di quanto cibo non ingeriamo e almeno 8 volte più di quanto liquido beviamo. Eppure ci accorgiamo di quanto sia importante solo nel momento in…

Leggi tutto

Marilù Mastrogiovanni, nominata presidente della giuria Unesco

“Una Chair per chi non ha voce” di Marilù Mastrogiovanni   Vi do una grande notizia che ha dell’incredibile! La direttrice generale di Unesco Audrey Azoulay mi ha nominata “Chair” (Presidente) della giuria che assegna il World press freedom prize “Guillermo Cano” di Unesco, il premio mondiale per la libertà di stampa assegnato ogni anno ad un/una giornalista che si è distinto per il suo impegno al servizio della libertà di stampa e d’espressione. Leggi qui: https://en.unesco.org/news/two-leading-women-journalists-join-2021-jury-unescoguillermo-cano-world-press-freedom-prize Già da due anni presto servizio come componente della giuria composta da sei…

Leggi tutto

Ve la diamo gratis

di Thomas Pistoia Ve la diamo gratis. La lista di donne uccise negli ultimi anni da mariti, fidanzati, compagni, qualche volta perfino da sconosciuti. Ne viene uccisa almeno una al giorno, di donna, a volte anche di più. Ne hanno ammazzate un paio anche oggi, sapete? Vi diamo gratis anche i referti ospedalieri di altre donne che invece sono sopravvissute a stupri, botte e sevizie. Così potete leggerli. Vi diamo gratis le loro radiografie. Vi diamo gratis un ingresso in un centro antiviolenza. Non siete mica degni di entrarci, ma…

Leggi tutto

Fidanzati uccisi, fogli choc del reo confesso: “Che razza di mostro sono”

Gli scritti sono 11 e c’è anche un fumetto: sono stati trovati dagli agenti della polizia penitenziaria nel cestino dei rifiuti della cella in cui è detenuto Antonio De Marco. Il titolo è: “Noi che non siamo stati mai amati”. In uno si legge: “Se non mi avessero fermato, avrei continuato ad ammazzare”. In un altro: “Non ho mai conosciuto l’amore e baciato una ragazza, che senso ha vivere?”. E poi ci sono un riferimento ad Azrael, l’arcangelo della morte, e un altro al personaggio che in Cime Tempestose incarna…

Leggi tutto

Brindisi, lottizzazione abusiva sulla costa: Corte d’appello ordina (ri)confisca albergo e 50 villette

Gli immobili fanno parte del villaggio Acque Chiare, sequestrato nel 2008. I sigilli sono stati tolti il 5 luglio 2019, dopo la pronuncia della Cassazione, ma per i giudici salentini vanno ripristinati in via definitiva per sanare un errore evidenziato dalla Finanza: “Discrasia tra dispositivo e motivazione degli Ermellini” Di Stefania De Cristofaro BRINDISI – Nella storia del villaggio Acque Chiare, concepito come polo turistico-ricettivo lungo la costa di Brindisi e sequestrato nel 2008 per lottizzazione abusiva, si aggiunge un altro capitolo che ha il gusto amaro di una beffa:…

Leggi tutto

Nuovo statuto della Scu, droga ed estorsioni: in 10 patteggiano dopo inchiesta Final blow

Dopo il blitz della Squadra Mobile di Lecce definite le posizioni dei primi imputati, con concordati di pene da due a cinque anni di reclusione. In tre sono sotto processo ordinario e 63, invece, hanno optato per il rito abbreviato di Stefania De Cristofaro LECCE – Dall’accordo tra la pm della Dda di Lecce e gli avvocati difensori, scaturisce la seconda tranche di condanne a conclusione dell’inchiesta chiamata Final Blow (colpo finale), coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia salentina su quattro frange  della Sacra corona unita, attive nei settori del traffico…

Leggi tutto

Vite di C’era, un libro sulle risorse dell’empatia e sul suo effetto “nepente”

di Antonio Lupo Antonio Romano, giovane  infermiere presso l’Ospedale civile di Casarano, è autore del libro intitolato Vite di C’era, Musicaos, 2020. Gli abbiamo rivolto alcune domande. Nepente, parola di  origini mitologico-letterarie, è il nome dell’infermiere-protagonista, prima regista e poi attore. Che cosa ci può dire a questo proposito ? Nella mitologia greca il nepente risulta essere un farmaco in grado di lenire le sofferenze e il dolore. Etimologicamente si scompone in due parole: ne (non) e pénthos (dolore o pena), appunto non-dolore. Pochi i passi in cui, il richiamo…

Leggi tutto

Primarie nazionali Pd 2017: chiusa inchiesta, Emiliano indagato per finanziamento illecito

Avviso di conclusione indagine notificato al governatore della Puglia dalla procura di Torino a cui è passato il fascicolo inizialmente aperto dai pm di Bari per induzione a dare o promettere e abuso d’ufficio. Rischia il processo assieme al suo capo di gabinetto e a due imprenditori in relazione al pagamento di 65mila euro per la campagna di comunicazione di Stefania De Cristofaro BARI – A distanza di quattro anni dallo sconfitta alle primarie nazionali del Pd nel 2017, il governatore della Puglia, Michele Emiliano, rischia di finire sotto processo…

Leggi tutto

Droga all’ombra delle “Veneri”, chieste dieci condanne

La pena più alta invocata per Pio Giorgio Bove, 34 anni, di Parabita: 16 anni di reclusione, perché ritenuto a capo dell’associazione. La requisitoria della pm della Direzione distrettuale antimafia di Lecce nel processo, con rito abbreviato, scaturito dall’inchiesta chiamata Le Veneri, dal luogo d’incontro degli appartenenti al gruppo LECCE – Le Veneri, grotta di rilievo archeologico tra Parabita, Matino e Tuglie, era diventata luogo di incontro per definire gli affari imbastiti sulla droga, tra canali di approvvigionamento e zone di spaccio: la pm della Dda di Lecce ha chiesto…

Leggi tutto

Tragicamente ridicolo. Notizie dall’interno degli Stati Uniti.

US Capitol

Come è possibile che un gruppo di facinorosi riesca ad assaltare e a bloccare i lavori del Parlamento in seduta comune della nazione più potente del mondo? Una lezione anche per l’Italia. Poichè sicuramente il mio capo e tutti i colleghi saranno impegnati anche oggi a guardare incessantemente i canali TV di informazione, posso dedicare un po’ di tempo a raccontare alcuni dettagli su ciò che sta accadendo a Washington DC in questi giorni e che magari sfuggono ai media tradizionali che riportano questi eventi in Italia. Comincio con il…

Leggi tutto