Farmacie online, è un vero e proprio boom di vendite

Il lockdown e l’emergenza sanitaria da Covid-19 hanno avvicinato ancora di più italiani all’e-commerce. Fino a qualche mese fa la possibilità di fare shopping online allettava soprattutto un pubblico più giovane e digital-oriented. 

Da un lato ci sono i settori ancora oggi trainanti per il mondo delle vendite online come quello food, della tecnologia, dell’abbigliamento e dall’altro le novità.

Tra i settori che hanno registrato un notevole incremento per quanto riguarda gli acquisti online c’è quello delle farmacie. Si è registrato un vero e proprio boom di vendite online di prodotti farmaceutici e un’onda lunga che non sembra cedere. 

Complice anche la necessità di rimanere a casa per contenere i contagi, lo scontrino medio generato dalle migliori farmacie online è cresciuto in maniera sostanziale (+98%). Sono sempre più gli italiani che hanno scelto di sfruttare questo tipo di servizio e che ancora oggi dimostrano di non volervi rinunciare.

Cosa si compra dalle farmacie online? I prodotti al momento più venduti sono quasi tutti ricollegabili al periodo che si sta vivendo. Molto richieste soprattutto vitamine e minerali, la cui crescita negli ultimi mesi è dell’oltre il 30%, ma non solo. Si acquistano anche prodotti per il sonno, prodotti per la cura di corpo e capelli make-up

Le farmacie online hanno dalla loro la praticità e la possibilità di velocizzare gli acquisti. Si ha a propria disposizione un vasto catalogo, come quello proposto dalla Farmacia Cavalieri che da anni è un punto di riferimento nel settore, e la possibilità di acquistare 24h su 24. I prodotti vengono consegnati direttamente a casa tramite corriere espresso e nel giro di poche ore. Un’alternativa più che valida alle file in farmacia, alle attese, alla possibilità di non trovare ciò che si cerca o all’avere poche alternative. 

Il mondo degli e-commerce è sempre in costante evoluzione, anche in campo farmaceutico. Questo è possibile perché si ha a un ruolo sempre più incisivo dei social network. Se oggi si parla di social commerce è perché questi ultimi sono diventati un vero e proprio traino per le vendite del settore.

Grazie ai social, infatti, è possibile far conoscere il proprio brand, dispensare degli sconti, veicolare promozioni, fare pubblicità a dei prodotti. Questi ultimi sono diventati a tutti gli effetti una parte integrante del processo di vendita e questo vale anche nel settore pharma oltre che in molti altri. 

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!