Mafia&gioco: Puglia al secondo posto per infiltrazione

DOSSIER/11 Stando al rapporto dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, 4,6 miliardi di euro sono riconducibili a gruppi di stampo mafioso. In cima c’è la Campania, con 7,7 miliari di euro. A seguire Sicilia e Calabria. In provincia di Bari ruolo dominante dei clan Parisi e Capriati. Contatti con ‘ndrangheta e cosa nostra. Preoccupanti risvolti sociali: ludopatia e usura   Di Stefania De Cristofaro   BARI – I tentacoli della mafia anche nei giochi, con risvolti sociali preoccupanti perché lì dove c’è il business delle scommesse e delle slot, ci.…

Leggi tutto

Plasticaqquà Taranto: all’inquinamento dell’Ilva si aggiunge quello dei rifiuti urbani

In occasione del World Cleanup Day 2020, giornata globale di azione civica per la raccolta dei rifiuti abbandonati, a Taranto ancora tanta plastica, carta, scarti di ogni genere e rifiuti ingombranti deturpano ambiente e paesaggio. L’iniziativa si è svolta alla vigilia della consultazione per le elezioni regionali. Quasi un monito per i prossimi neoeletti a impegnarsi contro la piaga dei rifiuti urbani. Di Daniela Spera Anche Taranto ha aderito al World Cleanup Day 2020. L’iniziativa, che si è svolta ieri (19 settembre, ndr) in corrispondenza del lungomare Vittorio Emanuele III,…

Leggi tutto

Petruzzelli: un Elisir di buon auspicio

di Fernando Greco (foto di Clarissa Lapolla) Correva l’anno 1955 quando dal palcoscenico del Petruzzelli il memorabile Nemorino di Tito Schipa commosse per l’ultima volta il pubblico: il grande tenore scelse di dare l’addio alle scene proprio con “L’elisir d’amore”, l’opera che forse gli aveva dato maggior soddisfazione durante la sua luminosa carriera. E “L’elisir d. . . Per leggere l’articolo completo e per consultare l’archivio del Tacco d’Italia devi registrarti. CLICCA QUI

Leggi tutto

Niente procede come al solito

di Barbara Toma Settembre è già quasi alle spalle. E niente, niente è andato come al solito. Niente è andato come previsto. Normalmente Settembre è il periodo dell’anno che più preferisco. La tanto attesa fine della sempre troppo lunga estate, il ritorno in sala, i buoni propositi, i progetti e la messa a punto del calendario di appuntamenti della nuova stagione… Normalmente arrivo a settembre riposata e piena di voglia di ricominciare. Normalmente, appunto. Ma non stavolta. Che oramai, si sa: il 2020 non ha proprio nulla di ‘normale’. Infatti,…

Leggi tutto

Elezioni regionali in Puglia, tre impresentabili per la Commissione Antimafia: candidata si ritira

Nella “black list” degli aspiranti consiglieri, ci sono Silvana Albani per “Puglia Solidale e Verde” e Vincenzo Gelardi per il “Partito del Sud Meridionalisti progressisti, entrambi per Michele Emiliano. Albani ha già comunicato il passo indietro, come chiesto dal governatore ricandidato. Il terzo è Raffaele Guido per “Fiamma Tricolore”, in corsa per Franco Piero Antonio Bruni presidente   Di Stefania De Cristofaro ROMA – Un aggettivo per qualificare la candidatura alle elezioni in Puglia di tre aspiranti consiglieri su 13, nelle sette regioni in cui si vota: “impresentabili”. Impresentabili per la…

Leggi tutto

Mafia nella Bat, omicidi per la gestione del mercato della droga

DOSSIER/10 Faide in atto ad Andria e Trinitapoli: la ricostruzione delle rivalità nella relazione Dia sul secondo semestre 2019. Rapine e assalti ai portavalori rappresentano le attività più proficue per le organizzazioni criminali. Fra i settori a rischio di infiltrazioni, agro-alimentare, pesca, ristorazione, strutture turistico-ricettive e aste giudiziarie   di Stefania De Cristofaro   BARLETTA-ANDRIA-TRANI- Gruppi mafiosi indigeni e delle province vicine, Bari e Foggia: nella Bat (Barletta-Andria-Trani), la sesta provincia della Puglia, c’è un concentrato di “dinamici e complessi fenomeni che vedono coinvolta una malavita comune, italiana. . .…

Leggi tutto

Foggia, Gargano e Tavoliere, la mappa dei gruppi mafiosi: omicidi, droga e infiltrazioni nei Comuni

Dossier/9 Nella relazione Dia, sul secondo semestre 2019, ricostruita la guerra a colpi anche di Kalashnikov tra Monte Sant’Angelo, Macchia e Manfredonia, comune sciolto al pari di quello di Cerignola. Le confessioni del nuovo pentito dopo la strage di San Marco in Lamis e l’azione di fuoco ad Amsterdam. Capitali illeciti investiti nei settori agroalimentare e turistico-ricettivo. Preoccupante l’arruolamento dei giovanissimi, i cosiddetti Duemila   Di Stefania De Cristofaro   . . . Per leggere l’articolo completo e per consultare l’archivio del Tacco d’Italia devi registrarti. CLICCA QUI

Leggi tutto

Mafia, a Bari struttura presa in prestito dalla Camorra e capacità militare

DOSSIER/8 Nella relazione Dia, sul secondo semestre 2019, è evidenziata la pericolosità di “blasonati rampolli delle famiglie locali”, in primis quelli del “clan Strisciuglio articolato in manovali del crimine, manovali e gruppi di fuoco”. “Faida nel quartiere Japigia dopo l’alleanza tra i gruppi Parisi e Capriati”. Ricostruito un omicidio commissionato dal carcere via telefono. Infiltrazioni nella Pubblica Amministrazione: il caso della mongolfiera dedicata al boss, durante la festa patronale di Valenzano   Di Stefania De Cristofaro   BARI – Se da un lato i gruppi mafiosi di Bari e provincia…

Leggi tutto

Mafia, a Taranto resistono i clan storici: egemonia verticistica, droga e usura

DOSSIER/7 Nella relazione Dia, sul secondo semestre 2019, l’immagine di una “realtà emarginata, in cui i casi di devianza delinquenziale possono costituire incipit di forme più preoccupanti di criminalità alimentata da omertà e intimidazione”. Gruppi dominanti, rapporti tra Sacra corona unita e ‘Ndrangheta e attività: narcotraffico principale fonte di sostentamento. Prestito di denaro a tassi elevati, scenario preoccupante alimentato dalla crisi economico-finanziaria   Di Stefania De Cristofaro   TARANTO – Danno prova di resistenza i clan storici della mafia a Taranto: per quanto fiaccati da una serie di inchieste. .…

Leggi tutto

Dalla Puglia davanti al “San Raffaele” di Milano da giorni, per il mio Silvio

Caro Presidente Berlusconi, questo è un momento difficile, sicuramente il più duro della tua vita, ed io sin dal primo momento ho mollato tutto, ho messo qualche camicia ed un paio di jeans nel trolley e sono salito sul primo treno Lecce-Milano. Sono qui, al San Raffaele, sotto la Tua finestra da giorni, insieme alla storica pasionaria Noelle. Anche se non posso abbracciarti sappi che il mio pensiero è sempre rivolto a te, in ogni istante. . . Per leggere l’articolo completo e per consultare l’archivio del Tacco d’Italia devi…

Leggi tutto