La mosca dei boss

di Thomas Pistoia – Ci siamo tutti? Unu, doi, tre… Chi manca? – M’ssur. – Arustà? – Al cesso. – Va beh, cominciamo senza di lui, tanto mo’ arriva. Pippi si siede. Lui è il boss di Lecce. E’ rinchiuso in questo carcere barese già da diversi anni. Oggi è mercoledì e di mercoledì c’è la riunione di tutti i capi condannati al “quarantunobissi”, come lo chiama lui. Gli altri mafiosi lasciano che sia lui a presiedere l’incontro, un po’ per delicatezza nei confronti del collega oriundo, un po’ perché…

Leggi tutto