Lilith

“Rompi una costola a una ragazza e ne ricresceranno dieci”

(proverbio arabo)

 

Sfido il mio destino, la mia epoca

Sfido locchio umano.

Schernirò le regole ridicole e la gente

Questo è il fine:

colmerò i miei occhi di pura luce

e nuoterò in un mare di sentimenti liberi

Aisha al-Taymurriyya

di Barbara Toma

Io sono forte.

Ma la mia potenza è ben distante dalla forza che tu elogi.

La forza che tu vedi in me, io la detesto.

La schifo. Non la sopporto più.

Fame e sete di sapere sono le mie armi segrete, la mia salvezza.

La mia vera potenza.

La mia forza è nella corsa che continuo a fare anche quando sembro immobile.

La mia forza è invisibile agli occhi, si nasconde nella paura, nella malinconia, nella solitudine.

In questo mio perenne vuoto da colmare.

La mia forza è la mia inesistenza.

Il mio non aver nulla da perdere.

Il mio desiderio di poesia che vince su tutto e mi tiene aggrappata alla vita.

E sono ancora qui.

Il cuore danneggiato, il gelo nel corpo, ma gli occhi sempre in cerca di arcobaleni.

La mia forza è tutta nel sapervi vomitare addosso le mie pene, a volte.

O nel saperle sapientemente camuffare, spesso.

La mia forza è la mia condanna.

La mia forza è donna.

Il mio corpo ha custodito la vita

Io ho affrontato due parti.

In me la potenza della vita stessa.

Ma la maternità mi ha regalato unarma a doppio taglio: un super potere e un tallone di Achille insieme.

Che la mia forza è nel sorriso delle mie figlie. Di cui non posso più fare a meno.

La mia forza la devo a Lilith. Madre di tutte le donne ribelli.

La mia forza è nella terra madre, nel ciclo che mi attraversa e mi collega alla luna.

Nella fortuna di essere nata donna.

Nel mio sangue scorre il sangue di tutte le donne che mi hanno anteceduto.

Io porto le mie cicatrici con orgoglio.

Sfrutto i miei punti deboli e li uso come arma.

Questo mio essere perennemente fuori luogo, questo mio sentirmi diversa dentro, ma irriconoscibile agli occhi dei miei simili, perché così dannatamente banale. Questo mio aspetto comune, che non lascia trasparire il mio profondo disagio e mi isola anche dai miei simili.

Sempre al limite: protagonista della scena o oggetto indefinito mimetizzato nellambiente.

Capace di vedere oltre le cose, nelle pieghe della vita.

Ma incapace di farmi riconoscere.

La mia forza sta nellaccettare i miei sbagli, cercare di amarli, se possibile.

Che raggiungere la meta non è mai ciò che rende la vita interessante, ma lo è il percorso che devia il tuo cammino.

La mia forza è niente di fronte alla potenza della natura, niente.

E la mia unica arma rimane la consapevolezza delle mie fortune che, in caso di allerta meteo, ho una casa in cui rifugiarmi e mettere al sicuro le mie figlie. Che ho solo visto cadere giù due alberi in giardino, mentre città intere venivano completamente sommerse dallacqua

A volte la mia forza si dilegua, la perdo di vista, come inghiottita da una densa nebbia.

E io mi mimetizzo col divano, o con le mattonelle del bagno.

A volte resto ferma, immobile, a fissare il vuoto, a sognare qualcuno che mi dia delle direttive, che mi indichi la strada, oppure, semplicemente, che faccia il tifo per me.

Anche solo un tifo di quelli modesti, veloci, come quello che si fa al maratoneta nellistante in cui ti passa davanti.

A volte mi vomito addosso e resto inerme. Sporca e fetida.

Allontanatevi tutti! Andatevene affanculo!

Ma mai, mai, ho permesso alla mia mente di lasciare che io mi sentissi vittima innocente della mia vita.

Mai ho voluto cedere alla tentazione di scaricare tutte le colpe delle mie miserie su qualcosa o qualcuno altro da me.

Ho sempre preferito credere di essere lunica regista della mia vita.

Nel bene e nel male.

Ma scelgo io.

E se non ho scelto cosa vivere, sicuramente sceglierò come reagire.

La mia forza è un talento innato, quello di saper riconoscere gli sciacalli emotivi e tenerli alla larga.

La mia forza è tutta nel sapermi sempre circondare di persone solari, positive e sicuramente migliori di me.

Perdo tanto tempo, ma mai ad invidiare.

Preferisco imparare da chi è più bravo.

Come Cecilia e Antonietta, che in una piccola città di provincia, con i loro progetti coinvolgono artisti e professionisti del territorio con grande generosità e condivisione e, sopratutto, regalano a tante donne e tanti bambini la possibilità di scoprire la lettura, larte, il teatro, il canto e la forza dellunione gratuitamente.

La mia forza sono i sorrisi sinceri delle 19 donne dello Sri Lanka che, grazie a loro, sono venute a danzare con me stamattina.

La mia forza sono tutte le donne che combattono, che resistono, che mi danno lesempio, che non si arrendono.

Le loro lotte sono anche le mie. Sono le lotte di tutte le donne. Di tutti gli esseri umani.

Oggi la mia forza è nelle donne che si sono recate a Brussel per incatenarsi davanti al Parlamento Europeo e denunciare la disperata condizione delle madri vittime di violenza in Italia. Lunico Paese Europeo dove i figli vengono strappati via dalle madri senza motivo e i tribunali ignorano sistematicamente la Convenzione di Istanbul contro la violenza sulle donne, che vieta sia laffido condiviso sia la mediazione nei casi di violenza domestica.

Oggi la mia forza è nella vittoria di Ilaria Cucchi e Rita Calore che, dopo 10 anni di lotta determinata per la verità, hanno finalmente ottenuto un minimo di giustizia per la morte di Stefano Cucchi.

Il coraggio di queste donne, le loro sofferenze portate a testa alta, la loro testardaggine nel proseguire una guerra contro i giganti.

Questa è la mia forza.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Barbara Toma

Agitatrice, Animale da palco, Coreografa, drammaturga e mamma single salentina-olandese. In equilibrio precario, sul filo della vita, con due figlie e una sola vocazione: la danza. Non per forza sincera, ma dannatamente vera. Fuori luogo ovunque, tranne sul palco, l’unico posto dove il suo modo di agire non è controproducente.

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!