Il mondo soprasotto

Ed eccoci qui, come se nulla fosse, a camminare per le strade senza più badare alle scritte fasciste e razziste sui muri. Abituati a non indignarci di fronte a manifestazioni di odio, campagne razziste, violenza, insulti, saluti romani e indecenti proposte di legge come quella per introdurre una pena contro la ‘Ducefobia’. Assuefatti alla banalità del male, ai commenti inumani di cui si riempie il web ogni volta che si parla di sbarchi o di morte. Ci hanno lentamente portato a trovare tutto normale. Parte del quotidiano. I morti sono…

Leggi tutto