Protocollo, obtorto collo

di Marilù Mastrogiovanni Dopo tre anni dalla promessa di sottoscrivere un protocollo per la legalità, il sindaco di Casarano e vicepresidente Anci, Gianni Stefàno, ripromette che lo farà il 31 ottobre. Ma se non fatto bene, può essere solo un’operazione di facciata. Vi spiego perché ULTIM’ORA. Il sindaco di Casarano (il mio martoriato paese natio), Gianni Stefàno, che è anche vicepresidente Anci, dopo ben TRE dico TRE anni dall’assassinio del boss Augustino Potenza e dopo due tentati omicidi di persone che agivano sotto l’egida dell’influenza dello stesso Potenza, annuncia che…

Leggi tutto

Petruzzelli: “La voix humaine”, opera per voce sola

di Fernando Greco (foto Clarissa Lapolla) Un’immensa Anna Caterina Antonacci ha ipnotizzato il pubblico del Petruzzelli ne “La voix humaine” di Poulenc, uno dei più recenti cavalli di battaglia del celebre soprano, opera approdata a Bari nell’allestimento creato per lei due anni fa dal teatro Comunale di Bologna. UN SUCCESSO CLAMOROSO Enfant terrible delle avanguardie artistiche parigine nella prima metà del Novecento, lo scrittore Jean Cocteau (1889 – 1963) identificò nello scritto “Le coq et l’arlequin” del 1918 il “Gruppo dei Sei” ovvero i sei musicisti in cui riconosceva lo…

Leggi tutto

Casarano: la mafia che non si dice ma si fa

di Marilù Mastrogiovanni Il tentato omicidio a colpi di kalashnikov di Afendi, compagno della vedova del boss della scu Augustino Potenza traccia la pista dell’evoluzione del clan salentino     Casarano ripiomba nel terrore. In realtà dal terrore non ne è mai uscita. Un agguato mafioso ha quasi ucciso Antonio Afendi, ventottenne di origine marocchina residente a Casarano (Le). Colpito da un kalashnikov al collo e alla spalla, in via Alessandro Manzoni, non è in pericolo di vita. Ma volevano ucciderlo. La macchina usata per l’attentato è probabilmente quella trovata…

Leggi tutto

La mafia in libera uscita

Due diverse sentenze, della Cedu prima e della corte Costituzionale poi smontano l’ergastolo ostativo, quello che “fine pena mai”. D’ora in poi potranno avere permessi premio, anche se non collaborano con la giustizia, a condizione però che sia provato che abbiano tagliato i loro legami con i clan e purché partecipino ad un percorso rieducativo. La loro pericolosità non sarà più presunta dalla legge, ma dovrà essere verificata, caso per caso, dai magistrati di sorveglianza, come avviene per tutti gli altri detenuti. L’ergastolo “fine pena mai” finora ha impedito la…

Leggi tutto

Io non esisto. Non sono neanche qui. Tutto questo non ha nessuna importanza

Devo liberarmi del tempo e vivere il presente giacché non esiste altro tempo che questo meraviglioso istante – Alda Merini di Barbara Toma Io non esisto. Non sono neanche qui. Tutto questo non ha nessuna importanza. Devo solo respirare, devo solo sentire. Stare nel momento. Concentrarmi sul respiro, sullo spazio, sul ritmo. Niente altro. Fondermi con l’ambiente, sentirmi parte dell’universo: materia viva. Come pianta, come albero che prende e restituisce. Proprio ciò che dico sempre a lezione: Restare immobili, apparentemente statici, ma in realtà, dentro, coltivare movimento ed energia, allenarsi…

Leggi tutto

Ex Ilva, Peacelink: rischio salute inaccettabile. Polveri sottili non diminuiscono, prima in Italia per CO2

Una ricerca di Peacelink mette ArcelorMittal con le spalle al muro: coprire i parchi minerali non è una cura bastevole a liberare la città di Taranto e in particolare il quartiere Tamburi dall’inquinamento. La vera minaccia viene dalla cosiddetta area a caldo. La salute dei cittadini resta alla mercé delle polveri sottili, mentre i padroni dell’Ex Ilva fanno orecchie da mercante. Di Gabriele Caforio Da ottobre 2018 ArcelorMittal, colosso mondiale della siderurgia, ha preso le redini dell’Ex Ilva di Taranto dopo un travagliato accordo siglato al Ministero dello Sviluppo economico…

Leggi tutto

Adorata Carmen! L’Orchestra sinfonica di Lecce inaugura “Opera in Puglia”

di Fernando Greco Foto di: Claudio Longo (dalla pagina Facebook dell’Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento OLES) Ottimo riscontro di pubblico per il nuovo allestimento dell’opera “Carmen” di Bizet rappresentata al Politeama Greco di Lecce, titolo inaugurale della stagione 2019 di “Opera in Puglia”, iniziativa nata due anni fa per la diffusione del melodramma nei teatri della nostra regione. Dopo il debutto leccese, questa Carmen approderà sul palcoscenico del teatro Giordano di Foggia. L’INFERNO DELLA PSICHE Insieme con “La Traviata” di Giuseppe Verdi, la “Carmen” di Georges Bizet (1838…

Leggi tutto

I re delle slot sono nudi (o quasi)

“Appare evidente la costante sottoposizione del considerevole potere economico di cui può disporre al servizio dell’associazione criminale di stampo mafioso ormai nota come sacra corona unita, nelle sue diverse articolazioni presenti sul territorio italiano mediante l’elargizione di regalie, la concessione di finanziamenti a fondo perduto, l’assunzione delle spese necessarie ai sodali nonché la disponibilità ad affiancare iniziative imprenditoriali dei partecipi al clan”. Così hanno scritto i giudici del Tribunale di Lecce pochi giorni fa in una ordinanza lunga 180 pagine, con cui hanno disposto il sequestro dei beni mobili e…

Leggi tutto

Quando dovremmo iniziare a parlare di sesso ai nostri figli?

In questi giorni mi interrogo molto sulla questione dell’educazione sessuale.   Quando dovremmo iniziare a parlare di sesso ai nostri figli? Quando lo chiedono loro? Quando oramai sono grandi e arriva la loro prima relazione? O prima possibile? Il mio primo approccio lo devo ai libri che mio padre lasciava, volutamente incustoditi, in giro per casa, in modo da farmi credere che io li sfogliassi di nascosto da lui. Ne ricordo uno in particolare, un edizione tedesca, in lingua originale, che illustrava con foto, a volte molto esplicite, tutto il…

Leggi tutto

Mastrogiovanni, interrogata!

Tre interrogatori in due giorni e una nuova notifica di querela. Ma io continuo a difendere i fatti. Questa settimana mi ha fatta a brandelli. Pezzetti sparsi ovunque, da raccattare appena ho la forza. Voglio scrivere ora, perché dopo forse sarò piena di rabbia. Quella non voglio comunicarvela. Voglio consegnarvi invece tutta la mia amarezza. Fatene ciò che volete. Sono stata sottoposta a due interrogatori in un giorno e sono stata identificata in vista di nuova querela di Igeco, la società per azioni raggiunta da un’interdittiva antimafia perché dava lavoro…

Leggi tutto