Operazione Tornado, 30 arresti nel Salento

Un gruppo emergente ma agguerrito, quello sgominato nella notte. Il sindaco di Scorrano Guido Nicola Stefanelli indagato per concorso esterno in associazione mafiosa

 

Un “agguerrito gruppo criminale”, emergente ma legato ad elementi di alto livello della sacra corona unita: è quello disarticolato dai Carabinieri del Comando provinciale di Lecce, che hanno arrestato 30 persone (19 in carcere, 11 ai domiciliari) nell’ambito dell’“Operazione Tornado”; a coordinare le operazioni Guglielmo Cataldi, procuratore aggiunto della Direzione distrettuale antimafia, e Maria Vallefuoco, sostituta procuratrice.

 

Tra gli indagati anche Guido Nicola Stefanelli, sindaco di Scorrano, accusato  di concorso esterno in associazione mafiosa.

Tanti i capi d’imputazione per gli altri arrestati: associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, danneggiamento seguito da incendio, detenzione abusiva di armi e di materie esplodenti, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione, ricettazione, minaccia aggravata, porto abusivo di armi e sequestro di persona e violenza privata.

Le indagini dei Carabinieri di Maglie, partite nel 2017, hanno accertato il potere del gruppo nell’area di Maglie e i legami con gli alti livelli della scu.

 

Maggiori dettagli dopo la conferenza stampa.

 

Per saperne di più:

Tornado, il clan di giovanissimi che venerava il boss della scu come un “padreterno”

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!