“Correnti marittime”: a Bari la 2^ edizione con Lourdes Perez

L’artista portoricana ospite d’onore di un pomeriggio di riflessione e musica, per “dissotterrare la voce creativa delle donne”

 Dare voce, e musica, alle parole delle donne: è quello che vuole fare il seminario “Correnti Marittime-Echi Mediterranei e Suoni transatlantici”, che nella sua seconda edizione dà spazio ad una voce forte: quella di Lourdes Perez, cantautrice latinoamericana ed attivista per i diritti delle donne.

 

A precedere il concerto di Perez, che ospiterà anche la cantante pugliese Rosalba Santoro, un momento di riflessione dall’evocativo titolo VoxFem: dissotterrare la voce creativa delle donne”: la cantautrice stessa illustrerà il progetto VoxFem, creato insieme ad Annette D’Armata: un global podcast/showcase di musica e arte in cui confluisce il lavoro di donne di Paesi e territori occupati che si esprimono in lingue diverse dall’inglese:donne di colore, donne che compiono atti di liberazione, artiste dello spirito queer.

 

“I miei genitori  – racconta Lourdes Perez facevano parte del movimento per l’indipendenza di Porto Rico. Da bambina ho cantato per la liberazione dei prigionieri politici portoricani; sono sempre stata molto politicizzata, è un fondamento della mia identità (…) Ho sempre cantato, ma non mi ero mai considerata una cantante o un’autrice di canzoni; facevo soprattutto lavoro politico (…) La cosa importante per me è fare musica in modo da dare voce alle lotte di ogni giorno e dare un senso alla realtà (…), far capire alla gente che c’è un linguaggio delle emozioni che sta oltre ogni altro linguaggio”.

Appuntamento oggi, alle 16.45, presso l’ex Palazzo delle Poste, in piazza Cesare Battisti a Bari.

 

“Correnti Marittime-Echi Mediterranei e Suoni transatlantici”, frutto della collaborazione tra Università degli Studi di Bari, Archivio di Genere, gruppo di ricerca attivista e artivista “S/murare il Mediterraneo” (smuraremediterraneo.wordpress.com), Centro di Documentazione e Cultura delle Donne di Bari, è curato da Paola Zaccaria, Lorena Carbonara e dal team di studenti di Scienze della Comunicazione SocialCom afferenti al Corsi di Laurea in Scienze della Comunicazione Triennale e Magistrale del Dipartimento ForPsiCom.

 

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment