Una straniera in casa

di Barbara Toma

Sembrava una missione impossibile, invece la nostra stanza deposito, anche detta stanza dei mostri, è ora un’accogliente stanza da letto abitata da una quarta componente della famiglia.

 

Era da tanto che desideravo accogliere in casa una ragazza alla pari e non è stato facilissimo trovarne una.

 

Nonostante tutto, una volta presa la decisione, la mia felicità è stata offuscata da uno stato di agitazione e tanta, troppa ansia…

Nei giorni precedenti il suo arrivo ero sempre più preoccupata: e se non ci fosse piaciuta? E se si fosse rivelata inaffidabile? E se, dopo. . .

Per leggere l'articolo completo e per consultare l'archivio del Tacco d'Italia devi registrarti. CLICCA QUI

One Thought to “Una straniera in casa”

  1. Valentina

    Fossero solo l’italia E la Polonia, purtroppo c’e Un ritorno alla repressione nazi-patriarcale in gran parte del mondo e noi siamo distratte! Brava Barbara che ogni tanto c’è lo ricordi!

Leave a Comment