Lo stregone e il caporale

di Thomas Pistoia   Tonioammerda sta correndo come non ha mai fatto in vita sua. Don Mimì lo cerca ed è pure piuttosto incazzato, così almeno gli ha riferito Giggino ‘A Puzzola, il braccio destro del boss, quando lo ha svegliato. – Mena, fusci! Non l’ho mai visto così! Tonioammerda si è vestito alla bell’e meglio, anzi, sta ultimando di vestirsi mentre guida, ed è partito a tutto gas nel livido nebbiore dell’alba, per raggiungere il capo mafia. Tonioammerda ha guadagnato la sua ‘nciurita “ammerda”, grazie allo sfruttamento che opera…

Leggi tutto