Melissano, 10 arresti per droga: tra loro i presunti assassini di Francesco Fasano

Angelo Rizzo e Daniele Manni, fermati nella notte, sarebbero gli esecutori del delitto. L’inchiesta sul gruppo era già aperta da tempo

di Thomas Pistoia

Sarebbero Daniele Manni, 34 anni, e Angelo Rizzo, 23, gli assassini di Francesco Fasano, il giovane di Melissano ritrovato morto sulla Melissano-Ugento la notte tra il 24 e il 25 luglio scorsi.

I due, fermati su ordine dei due magistrati responsabili delle indagini, Guglielmo Cataldi, procuratore aggiunto della Direzione distrettuale antimafia di Lecce, e Stefania Mininni, sostituta procuratrice, fanno parte di un gruppo criminale che faceva affari spacciando droga in tutto il Sud Salento.

Insieme a Manni e Rizzo, questa notte, sono finite in carcere altre otto persone: il padre e il fratello di Daniele Manni, Luciano (65 anni) e Maicol (27 anni), Pietro Bevilacqua (32 anni), Antonio Librando (51 anni), Biagio Manni (50 anni), Luca Piscopiello (37 anni), Luca Rimo (35 anni) e Gianni Vantaggiato (48 anni).

Il gruppo era da tempo nel mirino delle forze dell’ordine, che hanno seguito sin da subito la pista dell’associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti per rintracciare i responsabili dell’esecuzione di Francesco Fasano, già noto per i suoi legami con il mondo della droga.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Thomas Pistoia

Nato a Torino nel 1971, ha vissuto la sua giovinezza in quel di Presicce. Scrittore, sceneggiatore e poeta, ha pubblicato racconti, poesie e canzoni. Per Ofelia Editrice ha pubblicato il romanzo "La leggenda del Burqa". Per la Sergio Bonelli Editore ha scritto storie per Nathan Never e Zagor. Ha collaborato con Astorina per alcune storie di Diabolik.

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!