La rabbia e l’orgoglio, di chi vive in un paese dove c’è la mafia, senza essere mafioso

di Marilù Mastrogiovanni (22 giugno 2017)  //EDITORIALE Si, l’ho vista la mafia a Casarano. Aveva la faccia di chi dava il più bel palazzo di proprietà pubblica, palazzo De Judicibus, ad associazioni amiche del boss, che lì faceva festini privati. Si, l’ho vista la mafia a Casarano. Aveva la faccia di chi ha avuto paura a fare un bando pubblico per assegnare alla luce del sole i beni confiscati al boss e li assegnava invece con delibere ad personam. Si, l’ho vista la mafia a Casarano. Aveva la faccia di chi…

Leggi tutto

“Viola e il seme del benessere”: tutto pronto per la cerimonia di premiazione

Di Francesca Rizzo “Un piccolo seme biondo appena germogliato e strappato precocemente”: così viene ricordata Viola Casili, la bambina di soli tre anni morta in un incidente stradale insieme ai nonni, a dicembre del 2015. In sua memoria è stato indetto il concorso “Viola e il seme del benessere”, giunto quest’anno alla seconda edizione ed avente come protagonisti assoluti i bambini; la cerimonia di premiazione si terrà venerdì 23 giugno, a partire dalle ore 17.00, presso il Castello Carlo V di Lecce. Al concorso hanno partecipato gli alunni delle scuole…

Leggi tutto

Antiracket Salento: le querele temerarie contro chi si opponeva al “sistema”

Di Fabiana Pacella Strategia del bavaglio a mezzo querele temerarie. Così la presidente di Antiracket Salento, Maria Antonietta Gualtieri, era solita fermare – o almeno ci provava – collaboratori “infedeli” e vittime che dopo essersi rivolte a lei, solevano evidenziare incongruenze e addirittura intimidazioni. Minacciava querela, insomma. Assistita da legali sempre diversi, man mano che cambiavano i suoi rapporti con gli stessi – dalla fiducia e collaborazione alla defenestrazione il passo poteva essere breve -. La minaccia di querela, una delle tante, è stata recapitata a mezzo posta anche a…

Leggi tutto

Dalla Ue 58 milioni per accoglienza migranti in Italia

Di Paolo Cocuroccia Tema centrale per l’Italia e soprattutto per le regioni del Sud, dove la macchina dell’accoglienza non è mai ferma. Paolo Cocuroccia ha seguito per il Tacco a Bruxelles la presentazione della cosiddetta “bozza di Dublino”, che dovrebbe introdurre le “quote” obbligatorie di migranti da accogliere in ciascun paese europeo. BRUXELLES. Annunciata come una rivoluzione, il 6 giugno a Bruxelles è stata presentata la bozza riforma di Dublino, che stravolgerà completamente il concetto di migrazione e accoglienza per gli stati membri dell’UE. E mentre la riforma entra nel…

Leggi tutto

TRUFFA ANTIRACKET SALENTO. LE VITTIME: “CI CHIEDEVANO DI NON PARLARE CON I CARABINIERI, ERANO PEGGIO DEGLI USURAI”

di Fabiana Pacella Che fine hanno fatto le vittime di racket e antiracket? Ci sono sguardi e toni di voce, bassi entrambi, che pure suonano come una condanna. Sociale. Una messa in mora di tanti. Di chi non ha voluto o potuto vedere, di chi ha rimandato o è passato oltre per fretta, accondiscendenza, distrazione, incapacità comunque la si declini e, perché no?, paura e vigliaccheria. Le vittime di racket e usura, in crescita là dove cresce la crisi, le riconosci dallo sguardo e dalla voce. Dal moto ondivago e…

Leggi tutto

“Terrore e morte”: il sistema nel regno della diarchia

Di Marilù Mastrogiovanni (9 giugno 2017) //INCHIESTA. Il metodo della cellula della scu Montedoro-Potenza che ha messo sotto scacco Casarano (Le), un tempo nota in tutto il mondo per il suo florido settore calzaturiero Da una parte volevano e vogliono seminare “terrore e morte”, dall’altra si proponevano e si propongono come l’antistato e il welfare mafioso. Che aiuta tutti, dove il welfare non c’è. Iniziamo con questa prima puntata l’analisi delle dinamiche interne ed esterne alla cellula della scu capeggiata da Montedoro-Potenza, tracciando i rapporti di forza, gli interessi, le zone…

Leggi tutto

Il nostro “no” alla mafia

Il racconto di un impegno civico di una giovanissima studentessa di Casarano, sfociato nella marcia per la legalità del 21 marzo scorso Di Irene Nicolazzo* Ho chiesto ad Irene di raccontare che cosa abbia rappresentato per lei, per i suoi amici e amiche, che hanno partecipato alla marcia del 21 marzo, “esserci” e “scegliere da che parte stare”. Questo è il piccolo e intenso racconto di come ragazze e ragazzi di Casarano e paesi del basso Salento stiano reagendo alla presa di coscienza dell’esistenza di un cancro, qual è la…

Leggi tutto

Lotta alla criminalità e impegno sociale: diciotto volte premio “Centro Antiviolenza Renata Fonte”

Di Francesca Rizzo È giunto alla diciottesima edizione il Premio “Centro Antiviolenza Renata Fonte”, assegnato ogni anno a personalità “che si sono distinte nel promuovere e difendere i valori della Legalità, della Nonviolenza, della Solidarietà e del rispetto della Dignità umana”: valori difesi con la vita dalla donna alla quale è intitolato uno tra i Centri antiviolenza più attivi nel leccese. Quattro i premi assegnati quest’anno; a consegnarli, la Vice Ministra allo Sviluppo economico, On. Teresa Bellanova, e l’ex Procuratore Cataldo Motta. La giornalista Rai Maria Grazia Mazzola è stata…

Leggi tutto