“Cose nostre”, come sabbia nella bocca

Di Marilù Mastrogiovanni Sabbia nella bocca. Quando ce l’hai non devi far altro che sputare finché non hai ricacciato fuori fino all’ultimo granello. Ho visto su Rai Uno la puntata di Cose Nostre dedicata a Paolo Borrometi, e penso che la sua storia, come quella di tanti giornalisti e giornaliste minacciate sia sgradevole ai più come sabbia nella bocca. Nessuno la vorrebbe mai. Così come quelle storie che ci appartengono tanto da essere “cose nostre”, nessuno le vorrebbe sentire. Soprattutto se sono così ben documentate come quelle proposte dalla squadra…

Leggi tutto

Giulietti al Forum giornaliste Mediterraneo “FNSI parte civile nei processi per querele temerarie”

Il messaggio parte dalla Puglia, in occasione del primo Forum delle Giornaliste del Mediterraneo. Il presidente nazionale Fnsi, Giuseppe Giulietti, che ha assicurato d’ora in poi l’appoggio del sindacato, in forma di costituzione di parte civile nei processi, in quei casi in cui i giornalisti vittime di azioni intimidatorie o di minacce lo richiederanno. “Un messaggio a tutti i colleghi per ribadire loro che non sono soli contro chi vorrebbe metterli a tacere”, ha spiegato Giulietti. A fianco delle giornaliste e delle lavoratrice o lavoratori discriminati, la Consigliera di Parità della Regione Puglia, Serenella…

Leggi tutto

Premio Mattarella al libro “IO non taccio”

Dopo il “Premio Borsellino” nel 2015, un nuovo importante riconoscimento per “Io non taccio. L’Italia dell’informazione che dà fastidio” (Edizioni Cento Autori), il libro scritto da otto cronisti coraggiosi e minacciati che si sono raccontati in prima persona. Agli autori del volume – i giornalisti Federica Angeli, Giuseppe Baldessarro, Paolo Borrometi, Ester Castano, Arnaldo Capezzuto, Marilù Mastrogiovanni, David Oddone e Roberta Polese –  è stato assegnato il premio letterario giornalistico “Piersanti Mattarella”, un prestigioso tributo intitolato al Presidente della Regione siciliana, ucciso dalla mafia nel 1980, e dedicato ad autori…

Leggi tutto

Dialogo tra sistemi di istruzione e formazione a Tricase

É passato più di un anno da quando la riforma del sistema di Istruzione degli Adulti è diventata finalmente operativa. Un anno in cui il CPIA (Centro provinciale per l’istruzione degli adulti) Lecce sta lavorando instancabilmente per diventare il punto di riferimento fondamentale per l’istruzione e non solo, delle fasce deboli della popolazione. Il 25 e il 26 novembre nella Sala del Trono di Palazzo Gallone a Tricase (Lecce), il Cpia Lecce compirà un ennesimo passo in questa direzione, diventerà il ponte che farà dialogare insieme i diversi sistemi: quello…

Leggi tutto

Forum giornaliste Mediterraneo: la voce delle inviate su tutti i fronti di guerra

Frontiere e racconti di frontiera, come giornaliste e come ricercatrici sul campo. La seconda giornata del Forum delle Giornaliste del Mediterraneo a Lecce, nella sala del rettorato dell’Università del Salento, ha proseguito l’approfondimento dei temi trattati  a Bari, temi caldi, perché caldi sono i luoghi in cui si recano o operano le giornaliste. In frontiere di guerra, frontiere sociali ed economiche, frontiere lavorative. A Lecce si è parlato anche di queste. Lo ha fatto Sandra Amurri, che nel corso della sua carriera ha intervistato personalità molto forti come Madre Teresa…

Leggi tutto

Forum delle giornaliste del mediterraneo al via a Bari e Lecce

Che ‘genere’ di notizia. Che ‘genere’ di guerra? La voce delle donne dai luoghi caldi dei conflitti ideologici, sociali, politici, religiosi, ambientali” è il tema scelto per il “Forum delle giornaliste del Mediterraneo”, che si terrà in due giornate: il 23 novembre a Bari e il 24 a Lecce. E’ la prima edizione di uno spazio di riflessione e di valorizzazione dei talenti impegnati su tutti i “fronti” in difesa del diritto d’informazione di cittadine e cittadini. Al Forum, organizzato dall’associazione “Gi.U.Li.A. giornaliste unite libere autonome” le giornaliste pugliesi dialogheranno…

Leggi tutto

Un politico entra in casa di un mafioso

Un politico entra in casa di un mafioso, i due prendono un caffè e discutono delle future elezioni amministrative. Il mafioso offre voti, il politico garantisce favori. Me li sono sempre immaginati così i rapporti tra criminalità e istituzioni. Forse, però, sarebbe troppo rischioso incontrarsi nelle abitazioni, qualche passante potrebbe notare qualcosa. Allora, immaginiamo di nuovo la scena in una vecchia masseria di campagna, come nei film. Plausibile, ma novecentesca come immagine. Allora spostiamoci a Milano, BIT, Borsa Internazionale del Turismo. Il politico è lì per “promuovere l’immagine territorio, per…

Leggi tutto

Corsano contro la violenza sulle donne

In occasione del 25 novembre, Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, l’assessorato alle politiche sociali e la Commissione Pari opportunità del Comune di Corsano, ha organizzato la “Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne – itinerario rosa” dal 25 al 29 Novembre. L’obbiettivo è quello di avvicinare le nuove generazioni al tema della violenza contribuendo allo sviluppo di un’educazione improntata al rispetto ed alla realizzazione di relazioni paritarie: coinvolgere i giovani è necessario per agire in un’ottica preventiva prima che riparativa. L’iniziativa prevede tre eventi: –    25 Novembre, ore 10.30 Flash…

Leggi tutto

Al Petruzzelli, l’enigma irrisolto di Turandot

di Fernando Greco (foto Arcieri)   A sette anni dalla riapertura, il Petruzzelli ha riproposto il sontuoso allestimento di Roberto De Simone per “Turandot”, ultima opera di Giacomo Puccini che il 6 dicembre 2009 inaugurò il rinato teatro barese. Si sperava che in occasione di questa ripresa si sarebbe potuto apprezzare il nuovo finale dell’opera composto ad hoc dal maestro De Simone, ma purtroppo, ora come allora, controversie con Casa Ricordi ne hanno impedito l’esecuzione.   PER ME L’OPERA FINISCE QUI Il tentativo di De Simone di dare un finale…

Leggi tutto

La nostra guerra quotidiana per la Democrazia

Le giornaliste e i giornalisti pugliesi si sono mobilitati, dal basso, al di fuori di ogni rappresentanza sindacale e ordinistica, in difesa dell’articolo 21 della Costituzione. Una presa di coscienza repentina della deriva democratica in atto, a seguito del grave atto minaccioso da parte dell’Amministrazione comunale di Casarano, che ha affisso dei manifesti che invitano a “reagire”, contro chi ha infangato l’onorabilità della città. La scintilla che ha fatto da detonatore è arrivata da una “semplice” cittadina attiva, Agnese Cossa, di origini pugliesi che, vivendo in quel di Rimini, ha…

Leggi tutto