Puglia open day e giornate europee del patrimonio. Va in scena l’arte

Dalle Tremiti a S.Maria di Leuca. Porte aperte alla bellezza

// SPECIALE. Arriva il bilancio di Puglia open days. Grande affluenza di turisti nei borghi e luoghi d’arte. Guarda i monumenti visitabili provincia per provincia

Tempo di bilanci per Puglia promozione e l’assessorato regionale al Turismo. E hanno tutti il segno più. Aprire le porte di luoghi d’arte finora poco o totalmente inaccessibili nei fine settimana o la sera, ha pagato. Fanno ben sperare i numeri diffusi: nei cinque fine settimana d’agosto sono stati 80mila i turisti che hanno visitato, fino a notte, i luoghi di Puglia open days. Un grande successo per un territorio che da anni ha imboccato la strada della riconversione da terra di sfruttamento per l'industria pesante a regione a forte vocazione turistica. E’ stato il Salento la meta che ha riscosso più successo: i luoghi d’arte di Lecce e provincia sono stati presi d’assalto da 20mila turisti nei cinque sabato d’agosto. Bari al secondo posto con 17mila turisti e Brindisi al terzo posto con 15mila. E c’è ancora tempo questo fine settimana e il prossimo sabato, 27 settembre, per visitare, in un contesto insolito, cioè la sera, ben 250 beni culturali e centri storici, che dalle 20.00 alle 23.00 spalancano le porte ai turisti, con aperture straordinarie e visite guidate gratuite, in molti casi accessibili a tutti, anche ai turisti con esigenze specifiche, ai bambini, alle famiglie, senza dimenticare il fedele amico a quattro zampe. “Puglia Open Days rende fruibile il grande e diffuso patrimonio d’arte, storia e cultura presente nella nostra regione – dichiara la responsabile del progetto, Stefania Mandurino. È il risultato di un attento e capillare lavoro di costruzione di reti tra soggetti pubblici e privati, tra operatori dell’informazione, dell’accoglienza e fruizione dell’offerta turistica, testimonianza concreta dell’impegno di un intero territorio che ha fatto della cultura il suo motore di sviluppo”. Oggi e domani inoltre ritorna l’appuntamento con le Giornate Europee del Patrimonio. L’iniziativa, ideata nel 1991 dal Consiglio d'Europa e dalla Commissione Europea, ha l'intento di potenziare e favorire il dialogo interculturale tra i Paesi europei. Per le attività di Puglia Open Days è possibile consultare la cartoguida tematica distribuita gratuitamente presso gli uffici d’informazione e accoglienza turistica aderenti alla Rete regionale degli uffici IAT di Puglia oppure visitare il portale regionale del turismo www.viaggiareinpuglia.it. CLICCA QUI SOTTO, provincia per provincia, il report sull'attività e su tutti i più importanti monumenti visitabili: LECCE: https://www.iltaccoditalia.info/sito/index-a.asp?id=26754 BRINDISI: https://www.iltaccoditalia.info/sito/index-a.asp?id=26756 BARI: https://www.iltaccoditalia.info/sito/index-a.asp?id=26755 BAT: https://www.iltaccoditalia.info/sito/index-a.asp?id=26759 FOGGIA https://www.iltaccoditalia.info/sito/index-a.asp?id=26758 TARANTO https://www.iltaccoditalia.info/sito/index-a.asp?id=26757

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!