Bari, castello Svevo e San Nicola i più amati

Bari, seconda dopo Lecce nei Puglia Open days

//DOSSIER//Bari. 17mila turisti nei fine settimana d’agosto. I centri storici di Conversano e Giovinazzo i più visitati

In provincia di Bari i visitatori sono stati più di 17.000. Nella top ten regionale dei luoghi più visitati figurano il Castello Svevo di Bari e la Galleria Nazionale della Puglia “Girolamo e Rosaria Devanna” a Bitonto. I centri storici di Conversano e Giovinazzo sono tra i dieci centri storici più visitati. Notevole anche l’affluenza alla Basilica di San Nicola a Bari e al Duomo di Molfetta, Palazzo Simi di Bari, al Museo di Arte Contemporanea “Pino Pascali” di Polignano a Mare, al Museo della Fondazione Ettore Pomarici Santomasi di Gravina in Puglia, al centro storico di Alberobello, Monopoli, Ruvo di Puglia. Molto apprezzate anche le attività per i piccoli turisti, Puglia Open Days for Kids, nel centro storico e al castello di Mola di Bari, al centro storico e al Museo del Fischietto di Rutigliano. In provincia di Bari, con Puglia Open Days, nei sabato sera di settembre sono aperti: cinque castelli: il Castello Svevo di Bari e i castelli di Gioia del Colle, Conversano, Sannicandro di Bari, Mola di Bari, dieci chiese tra basiliche e cattedrali: la Basilica di San Nicola e la Cattedrale di San Savino a Bari, il Duomo di Molfetta, le cattedrali di Bitonto, Conversano, Altamura, le concattedrali di Giovinazzo e Ruvo di Puglia, le chiese rupestri di San Michele e Santa Maria degli Angeli a Gravina in Puglia, dieci musei, un’area archeologica e un sito ipogeo: la Bari sotterranea, il Museo Casa Pezzolla di Alberobello, il Centro Visite dell’Uomo ad Altamura, la Galleria Nazionale della Puglia “Devanna” a Bitonto, il Museo Nazionale Archeologico nel Castello di Gioia del Colle, il Museo Archeologico di Conversano, il Museo Archeologico del Pulo a Molfetta, le Fondazioni “Pino Pascali” a Polignano a Mare ed “Ettore Pomarici Santomasi” a Gravina in Puglia, i Musei Diocesani di Bari e Monopoli, il Museo del Fischietto in Terracotta a Rutigliano, due dimore storiche: Palazzo Simi a Bari e il Palazzo della Regia Corte a Bitonto. Imperdibile l’apertura del Teatro Petruzzelli di Bari, del Teatro Tommaso Traetta e della Biblioteca Eustachio Rogadero a Bitonto. Le visite guidate dei centri storici coinvolgono Alberobello, Bari, Bitonto, Conversano, Gioia del Colle, Giovinazzo, Locorotondo, Mola di Bari, Molfetta, Monopoli, Noci, Polignano a Mare, Putignano, Rutigliano, Ruvo di Puglia con l’accesso alla torre dell’orologio .

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!