No Tap, regionali: ‘Non sosteniamo nessuno’

Comitato No Tap nessun appoggio politico in vista delle regionali

Melendugno. La battaglia contro la Tap non è localistica né identitaria. Nessun partito da appoggiare. Chiaro e diretto arriva il messaggio dei NO Tap

Chiaro e diretto arriva il messaggio del comitato No Tap in vista delle regionali: “Non sosteniamo nessun partito politico, o movimento, in vista delleprossime elezioni regionali. La battaglia contro la TAP è una battaglia di tutti i cittadini su cui nessuno può vantare il diritto di paternità, scrive il Comitato in una nota. La battaglia che portiamo avanti da anni non è una battaglia identitaria o localistica ma è volta ad ottenere spazi di discussione sul modello di sviluppo che troppo spesso vengono sacrificati. In nome di una presunta emergenza, o di una “Strategia” mai declinata, si è imposta una limitazione della partecipazione alle scelte. In ogni luogo in cui la TAP verrà imposta e sottrarrà risorse alla collettività, come comitato NO TAP, continueremo la nostra battaglia. Lo sviluppo senza progresso è solo speculazione. La battaglia contro la TAP è una battaglia per il progresso, una battaglia positiva che si pone come obiettivo quello di migliorare il benessere dei cittadini. In ogni discussione abbiamo sempre sostenuto, e continuiamo a sostenere, che ogni modificazione dell'ambiente e del territorio debba portare un miglioramento delle condizioni sull'area vasta su cui un'opera impatta. Il nostro discorso è economico nell'accezione più ampia del termine, considerando l'economia come la gestione di risorse limitate al fine di migliorare il benessere della collettività. Auspichiamo che tutte le iniziative, che si intensificano in questi giorni, vadano nella direzione indicata e che non si riducano a mera propaganda elettorale. Richiediamo, in questo frangente, che l'impegno dei vari soggetti politici che intendono sostenere le ragioni NO TAP sia indirizzato verso il pubblico bene e non solo verso la pubblica piazza”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!