La Smart Puglia che verrà. Nel 2020

Chi sono i protagonisti dell’innovazione in Puglia? Lo svela oggi una ricerca dell’ARTI

Bari. Strategia di specializzazione intelligente. E’ la chiave di volta per la Puglia da oggi e fino al 2020. Via, si progetta

Parola d’ordine: “Strategia di specializzazione intelligente. Da oggi e fino al 2020”. E’ il fil rouge su cui terrà dritta la barra la Regione Puglia per la futura programmazione europea. Se ne parlerà oggi a Bari, alla fiera del Levante (Padiglione 152 della Regione Puglia, Sala convegni A, ore 15.00). Si parlerà anche di key enabling technologies (KET), tecnologie “ad alta intensità di conoscenza associate ad elevata intensità di ricerca e sviluppo, ai cicli d’innovazione rapidi, a consistenti spese di investimento e a posti di lavoro altamente qualificati. Rendono possibile l’innovazione nei processi, nei beni e nei servizi in tutti i settori economici e hanno quindi rilevanza sistemica. Per supportare la regione Puglia a definire al meglio la propria strategia di specializzazione intelligente denominata “Smart Puglia 2020” l’ARTI ha progettato e coordinato una vasta indagine sperimentale volta alla conoscenza diretta dei protagonisti in Puglia della produzione di know how e degli utilizzatori produttivi delle Ket. Il lavoro, condotto con metodo partecipato e i cui risultati sono confluiti in un primo rapporto, oltre a fornire elementi conoscitivi sulla composizione e le potenzialità della ricerca e innovazione pugliese, punta anche a consentire all’amministrazione regionale di impostare nuove e superiori opportunità per una più ampia discussione sulla rilevanza che le Ket hanno nel quadro della programmazione europea e nazionale. Nel corso del workshop si approfondirà anche il bando regionale sui cluster tecnologici regionali per l’Innovazione. Interverranno: Loredana Capone, assessora regionale allo Sviluppo Economico e Innovazione; Eva Milella, presidente dell’Agenzia per la Tecnologia e l’Innovazione; Luigi Gallo, responsabile Ricerca e Innovazione di Invitalia – Agenzia Nazionale per la attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa SpA; Mario Calderini, Consigliere per le politiche di ricerca e innovazione del Ministro dell’Istruzione Università e Ricerca; Adriana Agrimi, dirigente regionale Servizio Ricerca scientifica e Innovazione; Francesco Surico, direttore Generale, InnovaPuglia.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!