Confindustria. De Castris lascia

Piernicola Leone De Castris si dimette da presidente di Confindustria Lecce. Chiede lezioni veloci e più responsabilità

Lecce. Il mandato era scaduto nel maggio scorso e aveva chiesto un’accelerata nelle procedure elettive. Che non c’è stata. Si dimette con effetto immediato

L’aveva già annunciato nell’assemblea del 9 luglio scorso. Il mandato, scaduto a maggio, era in regime di prorogatio e Piernicola Leone De Castris sollecitava “un'accelerata delle procedure di rinnovo”. Ora lascia la presidenza di Confindustria Lecce invocando “il recupero della più ampia responsabilità collettiva – come scrive in una nota. Ieri sera De Castris ha rassegnatole dimissioni con decorrenza immediata nel corso del consiglio direttivo di Confindustria Nel corso della riunione hanno inoltre presentato le proprie dimissioni: il tesoriere Giampiero Rizzo, i vice presidenti Luciano Barbetta ed Ennio Montinaro e il consigliere Giulio Ferrieri Caputi. Il vice presidente vicario Vito Margiotta rimane nel proprio incarico, per garantire la continuità dell'azione associativa. “La mia presidenza – ha affermato Piernicola Leone de Castris – è coincisa con un momento storico particolarmente difficile per le imprese, ma è stata comunque un'esperienza preziosa e positiva che ha arricchito il mio bagaglio umano ed imprenditoriale. Ringrazio davvero per la collaborazione i colleghi del Consiglio Direttivo e della Giunta oltre agli associati, per gli scambi reciproci ed i dibattiti proficui a cui tutti insieme abbiamo dato vita, con l'obiettivo di far crescere la nostra Associazione e, con essa, il Territorio tutto. Un pensiero particolare lo rivolgo ai collaboratori della struttura”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!