Operazione Sollievo a Calimera

 

Calimera. Domenica 21 settembre si celebra la VII Giornata Nazionale sulla SLA. I fondi raccolti saranno utilizzati per l’assistenza domiciliare dei malati

Domenica, 21 settembre si celebra la VII Giornata Nazionale sulla SLA. I volontari di Aisla saranno presenti in 120 piazze italiane (tra cui Milano, Napoli, Palermo, Roma e Torino) per far conoscere la Sclerosi Laterale Amiotrofica e raccogliere fondi per l’assistenza dei malati, in Italia oltre 6.000, e finanziare la ricerca. In Puglia Aisla sarà presente in Piazza del Sole, a Calimera (LE), in Piazza Caduti a Martano (LE) e in Piazza Umberto I a Francavilla Fontana (BR). L’iniziativa nelle piazze prende il nome di “Un contributo versato con gusto” e a fronte di un’offerta minima di 10 euro si potrà ricevere una bottiglia di vino Barbera d’Asti DOCG. I fondi raccolti sosterranno l’Operazione Sollievo, il progetto grazie al quale AISLA dà sostegno alle famiglie che affrontano la malattia. Con l’Operazione Sollievo, avviata nel 2013, l’associazione ha potuto, ad esempio, sostenere economicamente le famiglie che hanno avuto bisogno di una badante per garantire assistenza continua a domicilio alla persona con SLA, oppure acquistare o noleggiare strumenti importanti per migliorare la qualità della vita dei malati come materassi antidecubito, sollevatori e comunicatori, i dispositivi tecnologici che permettono alle persone con SLA di comunicare anche nelle fasi più avanzate della malattia. Il 2014 è stato un anno particolarmente difficile per le persone con SLA e le loro famiglie: si sono infatti ridotte Le risorse per il sostegno all’assistenza domiciliare dei malati, provenienti dal Fondo per la non autosufficienza del Ministero della Salute. Ad erogare queste risorse, inoltre, non sono state solo le Asl, come in passato, ma anche i Comuni. Ciò ha reso più complessa la richiesta dei contributi da parte dei malati anche perché in diversi casi i requisiti economici fissati per avere diritto ai fondi sono stati troppo severi e hanno escluso anche persone non abbienti. Fino al 21 settembre sarà, inoltre, attivo il numero 45502 cui è possibile donare 2 euro con un sms oppure 2 o 5 euro da rete fissa per sostenere la ricerca sulla SLA. I fondi in particolare serviranno a dare vita al progetto della prima Biobanca nazionale dedicata alla SLA, in grado di raccogliere un numero ampio di tessuti e campioni biologici e di rendere quindi più efficace il lavoro dei ricercatori. “Le Onlus e tutto il Terzo settore, attraverso la collaborazione con le istituzioni nazionali e locali, possono fare moltissimo per ascoltare le necessità dei malati di SLA e per migliorare la qualità della loro vita con aiuti concreti” – afferma Massimo Mauro, presidente di AISLA. “ln 31 anni di attività – prosegue – la nostra associazione, grazie ai volontari e alla generosità di tante persone, incontrate anche in occasione della Giornata Nazionale, ha potuto dedicare all’assistenza dei malati 1,3 milioni di euro e oltre 5 milioni alla ricerca scientifica sulla SLA”. L’elenco aggiornato delle piazze protagoniste della VII Giornata Nazionale sulla Sla è consultabile sul sito www.aisla.it.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Salvatore Ventruto

Giornalista pubblicista. Ossessionato dal dubbio, prigioniero della curiosità.

Articoli correlati