Tribunale, parassiti anche al GIP

La Confsal-Unsa chiede un incontro con il Comune di Lecce

Lecce. Il segretario generale dell'Unione Nazionale Sindacati Autonomi Battaglia chiede chiarimenti su mancata disinfestazione

Massimo Battaglia dell'Unione Nazionale Sindacati Autonomi è perentorio: “Risolvere la vicenda è questione di dignità, oltre che di salute”. La stanza di un magistrato dell'Ufficio del Giudice delle Indagini Preliminari, dott. Cazzella, è stata infatti oggi rinvenuta oggi letteralmente brulicante di insetti che, a prima vista, appaiono come pidocchi dei piccioni. I primi parassiti sono stati individuati ieri e si è tentato di eliminarli con un normale insetticida: ma invano. “Il pronto e fermo intervento presso il Comune di Lecce – ha chiarito il Segretario Generale della Confsal-Unsa, Battaglia – ha poi provocato un primo passaggio di insetticida da parte di una ditta specializzata, e la successiva chiusura ermetica della stanza. Oggi sarà completata la disinfestazione”. “L'incuria – denuncia Battaglia – di non avere effettuato nel 2014 una disinfestazione preventiva, come fatto negli anni scorsi, sta dando i suoi frutti negativi e ci chiediamo di chi sia la responsabilità. Stiamo chiedendo agli Uffici giudiziari e comunali la dovuta informazione su tutti gli atti e i passaggi effettuati o meno, e se necessario prenderemo le nostre iniziative. In altre occasioni, dipendenti allergici al morso degli insetti son dovuti ricorrere prima al pronto soccorso, poi a cure specialistiche. E' una questione di dignità oltre che di salute”. “Chiederemo anche un incontro specifico con l'Amministrazione comunale di Lecce che, quale proprietaria dell'immobile, ha il compito di provvedere anche a questo aspetto non trascurabile: la vivibilità degli ambienti da pèarte delle persone, siano essi operatori della giustizia o utenti. Dal canto loro i Capi d'ufficio, che sono personalmente responsabili sull'argomento, devono fare la loro parte nel segnalare al Comune le necessità e i rischi e nel fornire al sindacato e alle RSU (organisimi rappresentativi eletti dai lavoratori) le informazioni previste dalla normativa: il che oggi non avviene e configura anche attività antisindacale”. “La disinfestazione ora – sostiene Battaglia – deve essere estesa anche all'edificio del Tribunale di via Brenta dove sono documentate infestazioni di scarafaggi e di altri insetti. E' una richiesta esplicita e formale che rivolgiamo al presidente del Tribunale f.f. e al Comune di Lecce”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment